MotoGP, Marc Marquez

Test MotoGP, Marc Marquez: “Serve un grande cambiamento”

Marc Marquez ripone grandi speranze nella giornata di test MotoGP del lunedì. In Catalunya rimedia la terza caduta nelle ultime tre gare.

6 giugno 2021 - 21:23

C’è fermento ai box Honda dopo l’ennesima pagina negativa nel week-end MotoGP al Montmelò. Dal Giappone è arrivato Shinichi Kokubu, direttore dello sviluppo, ufficialmente per dimostrare il sostegno della fabbrica ai suoi piloti. Domani tutti al lavoro per la giornata di test MotoGP e tentare di trovare soluzioni alle lacune tecniche della RC213V. I problemi non si risolveranno certo da un giorno all’altro. Ma in HRC hanno ormai metabolizzato che il 2021 sarà un anno di transizione.

A indicare la strada è Marc Marquez. La sua assenza nella scorsa annata MotoGP ha dato il via ad una lunga serie di ombre. Non avere a disposizione i suoi feedback ha costretto gli ingegneri Honda a tentare di rimodellare il prototipo in base alle esigenze degli altri piloti, con l’obiettivo di renderla più facilmente guidabile. Un lavoro che ha sortito gli effetti opposti. In accelerazione la RC-V non ha abbastanza grip, in entrata di curva si riscontrano problemi per la mancanza di aderenza. “In frenata dobbiamo piegare molto e, quando ti inclini molto, rischi di cadere. Perdiamo molto in accelerazione perché non abbiamo abbastanza grip. E se perdi tempo ad accelerare, significa che perderai tempo per tutto il rettilineo. Tutto questo messo insieme, non aiuta sull’intera distanza di una gara“.

Dalla caduta al test IRTA

Per Marc Marquez sono stati i sette migliori giri dal ritorno in pista dopo l’infortunio. Buona la partenza dalla 13esima piazza, poi assalto al gruppo degli inseguitori. Cosa ha provocato l’incidente? “Quando ero in griglia ho deciso di correre dei rischi in gara, non importa dove fossimo o da dove partissimo. Penso che oggi fosse il momento di rischiare, perché gestire le gomme e la benzina solo per finire 12° o 14° non serviva… Ho preso troppi rischi. Ero dietro Alex [Espargaró] e ho perso molto tempo all’uscita della curva 2, poi ho perso un po’ più di terreno alla curva 4, poi di nuovo in accelerazione dalla curva 5, stessa cosa alla fine curva 9… e poi sono caduto in frenata“.

L’attenzione è adesso già rivolta alla giornata di test MotoGP. Honda porterà alcuni aggiornamenti, bisogna valutare alcuni cambiamenti. Poi non ci sarà altro tempo per tentare di raddrizzare questa difficile stagione. “Domani sarà davvero cruciale per noi, dobbiamo provare alcune cose sulla moto, solo per migliorare la nostra comprensione delle cose. È chiaro che non saremo più veloci di mezzo secondo tutto in una volta, ma sarà un giorno decisivo per il futuro… Serve un grande cambiamento“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

sasaki moto3

Moto3: Ayumu Sasaki ancora unfit, salta anche la tappa ad Assen

salac prustelgp moto3

Moto3: Filip Salac e PrüstelGP di nuovo insieme dal GP di Stiria

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra