Aleix Espargarò e Bradley Smith al test di Jerez

Test MotoGP, Aprilia lavora su elettronica e bilanciamento

Aprilia sfrutta la giornata di test a Jerez per concentrarsi su elettronica e bilanciamento dei pesi. L'obiettivo è migliorare il grip e l'accelerazione.

6 maggio 2019 - 20:36

Nella giornata di test ufficiali (qui cronaca e tempi) a Jerez il team Aprilia ha concentrato l’attenzione soprattutto su elettronica e bilanciamento dei pesi. L’obiettivo è ottimizzare il grip e l’accelerazione in percorrenza di curva. 15° crono per Aleix Espargarò, 20° per il collaudatore Bradley Smith. Andrea Iannone ha provato ad effettuare un paio di giri in sella alla RS-GP dopo il lieve infortunio di sabato, ma ha dovuto dare forfait a causa del dolore alla caviglia sinistra.

80 GIRI PER ALEIX

La casa di Noale ha girato questo lunedì con due piloti, Aleix e Bradley. Lo spagnolo si è rivelato un autentico stakanovista compiendo ben 80 giri. I test hanno riguardato gestione della coppia motore, distribuzione dei pesi, varie configurazioni del traction control e un inedito setup della sospensione posteriore. Espargarò, il primo a scendere in pista poco dopo le 10:00, ha chiuso la sessione con un best lap di 1’37.758. “Quella di oggi era una giornata di test molto importante per noi. Abbiamo lavorato senza sosta, sia in ottica Le Mans che per proseguire l’evoluzione della RS-GP. Come sempre durante le prove alcune soluzioni danno risultati migliori e altre meno. Adesso analizzeremo i dati raccolti per decidere la strada da seguire nei prossimi appuntamenti“.

SMITH LAVORA SU TRE FRONTI

Il tester britannico Bradley Smith, autore di 82 giri il migliore dei quali in 1’38.077, ha centrato l’attenzione su diversi assetti e su alcune soluzioni di pneumatico Michelin. “Abbiamo lavorato su tre fronti: la gomma anteriore dura, la distribuzione dei pesi e altre componenti.  Mi sono avvicinato alle prestazioni di Aleix e Andrea e quindi posso meglio  contribuire alla risoluzione dei problemi. Credo che prossimamente potremo intervenire con precisione sui nostri punti deboli“.

IANNONE PRONTO PER LE MANS

Andrea Iannone, nonostante il dolore al piede, ha voluto provare a salire in sella alla RS-GP, ma dopo due giri ha dato forfait. Il dolore gli impediva un corretto utilizzo del cambio, perciò pilota e team hanno preferito interrompere subito il test per avviare al più presto il processo di recupero. A Le Mans sarà in perfetta forma per la gara. “Ci ho provato, ma non avevo forza per azionare la leva del cambio. Un peccato perché mi sarebbe piaciuto sfruttare questo test per confermare le note positive su cui avevamo iniziato a lavorare nelle FP4 dove, prima della caduta, stavo andando piuttosto forte. Da domani inizierò il recupero ma sono certo di poter essere al 100% per il weekend di Le Mans“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, siluro Puig a Yamaha e Ducati: “Honda è una moto facile”

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Vorrei vedere i dati di Jorge Lorenzo”

Jorge Lorenzo ex pilota MotoGP

MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Su Jorge Lorenzo decisione sbagliata”