MotoGP, Circuito di Jerez

Test MotoGP a Jerez: anteprima box to box, orari e meteo

La MotoGP scende in pista per l'ultimo appuntamento del 2019 con i test di Jerez. In pista dalle 10:00 alle 18:00, martedì a rischio pioggia.

24 novembre 2019 - 13:27

Da Valencia a Jerez per l’ultimo Test MotoGP dell’anno. I sei costruttori della Top Class avranno modo per provare le ultime novità dei loro prototipi 2020, prima di inviare in fabbrica le componenti in vista della prossima uscita di febbraio a Sepang. Al Ricardo Tormo le tre Yamaha di Maverick Viñales, Fabio Quartararo e Franco Morbidelli hanno chiuso al comando la classifica dei tempi. Più distante Valentino Rossi che però si dice soddisfatto dei passi avanti compiuti sulla M1. La scuderia di Iwata continuerà a puntare l’attenzione sulla nuova specifica di motore e sul telaio, con l’obiettivo di migliorare la top speed sui rettilinei e l’usura della gomma posteriore.

Nel box Honda esordio ufficiale di Alex Márquez all’interno del team factory, dopo la sua prima uscita a Valencia nel garage LCR. Marc Márquez continuerà a lavorare sul confronto dei telai a disposizione. Nuova anche la specifica del motore, ma con poche differenze rispetto alla versione 2019. Sebbene la ricerca di maggior potenza sia una costante per tutti i team, i tecnici dell’Ala Dorata stanno provando a rendere più agile la RC213V anche per gli altri piloti. Occhi puntati su frenata e percorrenza di curva, ma il carattere aggressivo della moto resterà nel DNA anche il prossimo anno. Probabile che HRC continui il lavoro sulla ‘salad box’ in stile Desmosedici.

Anche in casa Ducati massima attenzione sul telaio e la percorrenza a centro curva. In questo settore la GP20 ha compiuto dei piccoli passi avanti che hanno raccolto ampi consensi tra gli addetti ai lavori. Nessuna novità aerodinamica, invece, verrà mostrata prima del prossimo anno, per evitare che gli altri costruttori possano copiare durante l’inverno. In dubbio la presenza di Danilo Petrucci, fermatosi anzitempo per una forte tendinite comparsagli già prima del GP. Ma Ducati può contare sull’ormai esperto Jack Miller che ha fatto le sue veci nella seconda giornata di test MotoGP. Cambio di squadra in Avintia: con Karel Abraham appiedato, l’unico pilota ufficiale in pista è Tito Rabat. Accanto a lui non ci sarà Johann Zarco, ancora convalescente da problemi ad una caviglia. Al suo posto correrà Eric Granado, parte della struttura in MotoE, premiato dopo le due vittorie nell’ultimo round ed il terzo posto in classifica generale.

Suzuki è la fabbrica più conservatrice, motivo per cui la GSX-RR sembra non cambiare molto di anno in anno. La moto è molto ben bilanciata, Alex Rins ha conquistato due successi nel 2019, meglio non stravolgere il modello di base. A Valencia, Alex Rins e Joan Mir hanno provato il motore 2020 e il telaio. In pista ci sarà anche il collaudatore Sylvain Guintoli. Altre novità in arrivo in casa KTM, dopo l’innovativo telaio a doppia trave che ha fatto il suo esordio giorni fa. La casa di Mattighofen cerca di intervenire sulla flessibilità per una migliore aderenza e trazione in curva. Altri esperimenti nel box Aprilia, in attesa che debutti la RS-GP 2020 a Sepang. Grande spavento per Andrea Iannone a Valencia, che ha visto la moto incendiarsi sul rettilineo. Il team di Noale proseguirà con lavori di elettronica trasferibili sui prossimi prototipi.

Nessuna diretta TV o streaming è prevista per il Test MotoGP di Jerez. Piloti in pista dalle 10:00 alle 18:00. A fine giornata su motogp.com verrà trasmesso LIVE il programma di approfondimento ‘After the Flag’, dalle 17:30 alle 19:00. Le previsioni meteo annunciano cieli nuvolosi per lunedì 25 novembre, piogge sparse per martedì 26, con temperature massime intorno ai 19°C.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jack Miller e Valentino Rossi

Valentino Rossi in Formula 1, Jack Miller: “Preferisco il rally”

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo ritorna a Lugano: tempo di affari e incognita MotoGP

MotoGP, Andrea Dovizioso e Marc Marquez

MotoGP, Dovizioso provaci ancora: Marquez obiettivo non impossibile