Superbike, Toprak Razgatlioglu

Superbike, Toprak Razgatlioglu apre alla MotoGP: “2022 sarà decisivo”

Toprak Razgatlioglu, leader provvisorio del Mondiale Superbike, apre all'ipotesi MotoGP per il 2023. La conquista del titolo iridato farebbe da apripista.

4 settembre 2021 - 17:00

Toprak Razgatlioglu vince gara-1 a Magny-Cours e si porta al comando del Mondiale Superbike. Adesso sono 5 i punti che lo distanziano dal campione Jonathan Rea e domani avrà la possibilità di allungare. “Sapevo di aver bisogno di tempi sul giro costanti”, ha detto il turco ella Yamaha dopo il primo round. “Ho cercato di avere una guida confortevole, ma il mio obiettivo era avere tempi sul giro costanti. Domani proveremo ancora a vincere. Ho aspettato questa pista per tutta questa stagione, cercherò di fare quanta più differenza possibile“.

Il futuro di Toprak

La stagione 2022 può rivelarsi decisiva per la carriera di Razgatlioglu. Meglio di ogni altro è riuscito a comprendere e sfruttare le gomme. Una qualità che lo contraddistingue dagli altri piloti della Superbike e che sta facendo la differenza. Da tempo è corteggiato dalle alte cariche di Iwata, che a tutti i costi vorrebbero portarlo in MotoGP. Ne ha parlato a lungo con Lin Jarvis in Austria nelle settimane scorse, ma la priorità resta il titolo Superbike. A questo punto le porte del paddock della Top Class restano chiuse per il prossimo anno. Morbidelli e Quartararo occuperanno il box factory, Dovizioso e, probabilmente, Binder nella squadra satellite.

Ma il mercato piloti MotoGP è destinato ad aprirsi prima della prossima estate, come al solito con tempi e ritmi imprevedibili. E il turco potrebbe recitare un ruolo di primo piano. “Mi piace il paddock della Superbike, c’è una bella atmosfera, ho un buon rapporto con la stampa, oltre che con tutte le persone che vivono questo ambiente. La MotoGP sarebbe una novità che non conosco bene. Ovviamente conosco alcuni piloti, ma sono qui dal 2014 e sono felice dove sono. Ho incontrato Lin Jarvis, ho parlato con lui della MotoGP e la prossima stagione sarà fondamentale per il mio futuro. Di sicuro – ha concluso Razgatlioglu – resterò in SBK nel 2022, poi si vedrà”.

Massaggio Capitale, relax a Roma

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Scott Redding in Catalunya

Superbike, Scott Redding: “Mi sento in colpa per il sorpasso a Bassani”

alessandro zaccone motoe

MotoE, Alessandro Zaccone: addio al campionato, ma è andata bene…

Superbike, Razgatlioglu contro Rea

Superbike, sfortuna Razgatlioglu: cosa è successo alla Yamaha R1