Spy MotoGP: alluminio vs carbonio, i diversi forcelloni Yamaha a Portimao

A Portimao qualche cambio in casa Yamaha in materia di forcelloni. Rossi e Quartararo in particolare hanno attuato una scelta differente: vediamo quale.

1 dicembre 2020 - 16:59

Il forcellone in carbonio della Yamaha è stato utilizzato da tre dei loro quattro piloti nell’ultimo Gran Premio della stagione MotoGP. A Portimao infatti Valentino Rossi e Fabio Quartararo sono ‘tornati indietro’, rivalutando questa opzione dopo averla scartata nei test precedenti.

Una delle sfide sulle montagne russe portoghesi è stata in particolare quella di mantenere la ruota anteriore a terra e questo richiede molta tecnica. I piloti infatti erano molto mobili sulle loro macchine per cercare di impedire il wheeling.

Yamaha ha continuato a utilizzare il forcellone in carbonio. Ancora una volta Valentino Rossi lo ha usato per tutto il weekend: si trattava della seconda gara di fila in cui lo adottava. Sembra però che Yamaha sia già focalizzata sul 2021, alla ricerca di soluzioni ai problemi della sua M1.

Il carbonio è un materiale incredibilmente pratico per questa componente. Questo perché le parti in carbonio sono realizzate stratificando strati sottili di fibra di carbonio. È questo processo di stratificazione che lo rende un materiale pratico:  significa infatti che si può adattare la resistenza della parte semplicemente aggiungendo più strati in un’area, o anche utilizzando un qualche tipo di tessitura di carbonio differente!

A differenza di Valentino Rossi, Fabio Quartararo ha utilizzato principalmente quello in alluminio durante le prove. Alla fine però ha scelto di disputare il Gran Premio con il forcellone in carbonio. Aveva però faticato a trovare un setup ideale per la corsa: la decisione di utilizzare il forcellone in carbonio quindi potrebbe essere arrivata dal team, alla ricerca di una soluzione tecnica ai problemi accusati.

L’articolo originale di Paul Emile Viel su paddock-gp

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso nel box Petronas

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non posso guidare d’istinto”

moto3 moto2 motogp

Moto2 e Moto3, ecco le squadre confermate per la stagione 2022

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP Test, Fabio Quartararo boccia il nuovo motore: “Serve più potenza”