Romano Albesiano e Massimo Rivola

Romano Albesiano: “La potenza resta la priorità nella MotoGP”

Romano Albesiano soddisfatto delle prestazioni di Aleix Espargarò a Silverstone, Andrea Iannone soffre il chattering. Aprilia alla ricerca disperata di CV.

25 agosto 2019 - 11:45

Ritorna uno spiraglio di luce nel box Aprilia, in attesa che Romano Albesiano, Massimo Rivola e soci mettano a punto la RS-GP del 2020. C’è grande attesa per il prototipo che si preannuncia rivoluzionario, ma il lavoro di sviluppo proseguirà gara dopo gara. Aleix Espargarò e Andrea Iannone continuano ad essere due volti della stessa medaglia. Lo spagnolo, forte di una migliore conoscenza della moto, ha guadagnato l’accesso diretto alla Q2, l’abruzzese continua a militare nei bassifondi di classifica. ” Non sarà semplice ma teniamo duro e cerchiamo di migliorare costantemente“, ha promesso The Maniac.

APRILIA ALLA RICERCA DI CV

Il nuovo asfalto di Silverstone gioca a favore della RS-GP, anche il layout, con poche accelerazioni da bassa velocità. Sulla moto di Andrea Iannone, invece, permane un problema di chattering che gli impedisce di recuperare il gap rispetto ad Aleix. “Veniamo da due gare in cui non siamo andati bene – ha spiegato Romano Albesiano a Sky Sport MotoGP -. Qui siamo tornati su degli standard che ci aspettiamo, soprattutto sul lato di Aleix. La qualifica è stata buona, abbiamo fatto un Q2 diretto, non siamo soddisfatti ma la prestazione è discreta“.

Non sempre le soluzioni studiate portano ai risultati sperati. Nel box Aprilia si procede per tentativi, sia a livello di propulsore che di elettronica in particolar modo. “Lavoriamo sui problemi e a volte succede, con due soli piloti in pista, di imboccare una strada, capire che non è quella corretta. E’ un processo molto lungo, lavoriamo su molti aspetti, ma prima o poi ci arriveremo“, ha assicurato Romano Albesiano. “Trovare potenza non è mai facile, ma lavorando sui motori ogni anno qualche percento a casa sempre lo porti. Considera che una MotoGP gira tra il 10 e il 25% del tempo con le farfalle tutte aperte, cioè dove un motore ha un limite. Per il resto sono situazioni con la potenza massima del motore, questo fa capire l’importanza della potenza rispetto ad altre cose. In gara ti aiuta a superare e a non essere superato. I cavalli restano una priorità“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marc Marquez ad Aragon

MotoGP, Marc Marquez: “La caduta? Un rischio che dovevo prendere”

maverick vinales aragon

MotoGP Aragón, Prove 2: Yamaha davanti, cade Márquez

kaito toba

Moto3: GP di Aragón concluso per Kaito Toba