Pol Espargaró: “Dani Pedrosa sta lavorando sulla moto del futuro”

Pol Espargaró parla dell'influenza di Dani Pedrosa in KTM. "Ha contribuito allo sviluppo della Honda, ora lavora sulla KTM del futuro." Previste novità ad Assen.

28 giugno 2019 - 8:02

Dani Pedrosa ha appena iniziato a lavorare a tempo pieno sulla KTM RC16, complice un infortunio ad una spalla che l’ha tenuto fermo per qualche mese. Il tester catalano ha già svolto varie sessioni di test (sia privati che ufficiali) e si parla in maniera più che positiva del suo lavoro. Pol Espargaró in particolare ha osservato quanto fatto finora dal connazionale, mostrandosi una volta di più entusiasta dell’influenza di Pedrosa nel progetto KTM. Anche ad Assen comunque non mancheranno novità per i piloti della struttura austriaca.

“La presenza di Dani in Catalunya, assieme a Zarco, ci ha permesso di raccogliere il doppio delle informazioni” ha dichiarato Espargaró, come riportato da crash.net. Lui infatti non ha potuto girare molto a causa di una caduta lunedì durante i test in Catalunya, ma al suo posto c’era appunto Pedrosa. “Abbiamo piena fiducia in Johann, ma avere anche Dani è stato importante. Quello che ha provato è importante per il progetto e per il futuro della compagnia. Sta ancora conoscendo la KTM, ma è bello sentirlo parlare, fornisce un punto di vista diverso agli ingegneri.”

“In passato Dani ha contribuito in maniera importante allo sviluppo della Honda” ha continuato Espargaró. “Era il pilota più sensibile, in grado di testare un sacco di cose. Anche Marc [Márquez] apprezzava quello che Dani provava. Ora penso che si stia concentrando sulla moto del futuro. Sta realizzando un nuovo pacchetto, una nuova moto, un processo simile a quello che seguono in Honda. Si comincia a sviluppare la moto della stagione successiva a metà anno, poi di nuovo a fine stagione. Un processo per avere il nuovo pacchetto all’inizio dell’anno, in tempo per i test in Malesia.”

“Dani ha vinto per tanti anni in un team ufficiale, ha quindi la giusta esperienza per provare qualcosa in ottica futura. Ha poi uno stile di guida differente da quello che siamo abituati a vedere. Non che Mika [Kallio] non stia svolgendo un gran lavoro, ma si tratta di qualcosa di diverso. Noi stiamo cercando di migliorare subito la moto, Dani è concentrato su un progetto a lungo termine. Ha pazienza, gli piace lavorare su queste cose, ed è la prima volta che KTM segue due metodi così diversi.”

Come detto, ci saranno novità anche ad Assen. “Ci stiamo concentrando soprattutto sul peso della moto, con modifiche da WP al telaio, oltre al forcellone. L’aspetto principale è che deve diventare più leggera. Dovremo però anche provare di nuovo alcune cose che non abbiamo potuto testare durante lo scorso weekend di gara. Si tratta di qualcosa che abbiamo già fatto a Barcellona, quando ho cambiato la moto perché con la prima non mi sentivo a mio agio. Non abbiamo mai tanto tempo, quindi continuiamo a provare.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, siluro Puig a Yamaha e Ducati: “Honda è una moto facile”

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Fabio Quartararo: “Vorrei vedere i dati di Jorge Lorenzo”

Jorge Lorenzo ex pilota MotoGP

MotoGP, Gigi Dall’Igna: “Su Jorge Lorenzo decisione sbagliata”