Valentino Rossi

Mugello, Valentino Rossi: “Mi aspetto una gara difficile”

Valentino Rossi 18° in griglia di partenza al GP del Mugello. Il pilota Yamaha perde in accelerazione e tenterà un altro set-up nel warm-up.

1 giugno 2019 - 18:00

La grande nota dolente del sabato al Mugello è la 18esima posizione di Valentino Rossi, peggior pilota Yamaha al termine delle qualifiche. Fatica a trovare il giusto set-up per la sua M1, soffre di grip al posteriore, un errore all’ultima curva nella Q1 gli fa prendere la bandiera a scacchi e non riesce a compiere un ultimo giro cronometrato. Ma Pirro e Dovizioso erano nettamente più veloci, la Q2 era inafferrabile e forse avrebbe potuto guadagnare una fila. “Siamo migliorati sabato, soprattutto nel ritmo di gara“, ha dichiarato il pilota di Tavullia. “Soprattutto sabato mattina in FP3 non ero così male“.

Con le temperature alte del pomeriggio l’aderenza è calata considerevolmente. “Dovizioso e Pirro erano più veloci di me sul giro. Purtroppo ho sofferto ancora di più nel pomeriggio. Ecco perché non ho avuto alcuna possibilità in Q1. Stavo aspettando Rins nell’ultimo giro, ma non voleva correre con me. Alla fine sono arrivato un secondo in ritardo quando volevo fare un altro giro. Ma ad essere onesti, il problema non era la bandiera. Il problema era che non avevo il potenziale per migliorare“.

Non cerca alibi Valentino Rossi e sa che la gara di domani sarà tutta in salita, nonostante il suo passo gara sia migliore del 18° posto in griglia. “Mi aspetto una gara difficile… Abbiamo il maggior numero di problemi di tutti i piloti Yamaha. Onestamente, ho esaminato principalmente i dati di Maverick. Ora so che perdo soprattutto in accelerazione, in diverse curve. Lui è molto più forte di noi. Pertanto, testeremo un altro set-up domenica. Dobbiamo migliorare“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Per me il Mondiale è già finito”

MotoGP, Paolo Ciabatti

MotoGP, Paolo Ciabatti: “Non sarà facile sostituire Andrea Dovizioso”

rins motogp

MotoGP, Manuel Cazeaux: “Alex Rins era pronto, ma l’incidente a Jerez…”