MotoGP, Valentino Rossi in Catalunya

MotoGP, Zeelenberg: bilancio su Valentino Rossi e Franco Morbidelli

Wilco Zeelenberg, team manager Petronas, fa un bilancio su Valentino Rossi e Franco Morbidelli al termine delle qualifiche MotoGP in Catalunya.

5 giugno 2021 - 21:40

Le quattro Yamaha hanno guadagnato l’accesso diretto alla Q2 in questo week-end di MotoGP al Montmelò. Il tracciato catalano sembra fatto su misura per le M1 e la pole position di Fabio Quartararo è l’ennesima prova. Sia del potenziale di questa moto che del suo momento di grazia. Wilco Zeelenberg ha trascorso due stagioni al fianco del francese e conosce pregi e difetti del giovane pilota.

Parlare di grande favorito per il Mondiale sembra ancora presto. “L’anno scorso Fabio era velocissimo nella prima fase di stagione, come adesso, ma aveva qualche problema su alcuni circuiti. Poi alla fine della stagione ha perso posizioni ed è arrivato ottavo – ricorda il team manager olandese -. Sicuramente ha un buon momento, ma il campionato è ancora aperto. Cinque pole una di fila all’altra significano tanto. Ma non dobbiamo neanche dimenticarci neanche di Franco, ha fatto un ottimo giro, poi la bandiera gialla gli ha rovinato il time attack“.

Morbido punta al podio

Meglio guardare all’interno del box Petronas SRT, con Valentino Rossi 11° e Franco Morbidelli che scatterà dalla seconda fila. L’italo-brasiliano ha una grande occasione per sfruttare al meglio il layout di questa pista e le caratteristiche della sua moto. Qui la velocità massima non ha primaria importanza come al Mugello, lo stile di guida può fare la differenza con la gestione delle gomme. “L’anno scorso Yamaha ha avuto qualche problema negli ultimi tre o quattro giri. Noi ci abbiamo lavorato duramente, in effetti qua Franco Morbidelli ha usato tutte le gomme, però non sappiamo quali saranno le condizioni di domani“.

Con una Yamaha M1 factory Franco Morbidelli potrebbe essere più avanti in classifica MotoGP? “Difficile da dire, la moto factory ha una velocità migliore ma è una moto molto differente. Se si trova subito bene è difficile da dire, ma penso che abbia la migliore Yamaha per questo circuito. Ma al Mugello – sottolinea Wilco Zeelenberg – ha perso decimi importanti sul rettilineo“.

Il Dottore fa un passo in avanti

Buona la qualifica di Valentino Rossi che finalmente compie un piccolo step in avanti. Adesso si attendo riscontri anche in gara. “Dopo Jerez siamo riusciti a fare dei passi avanti, era molto più contento della moto. A Le Mans purtroppo le condizioni del tempo erano intermedie e il passo non andava bene. E’ stato un problema per tutto il nostro team. Ma il circuito di Barcellona gli piace molto. Ha avuto una caduta nelle qualifiche che può interferire sulla posizione di partenza, ma ha un ottimo passo“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

Valentino Rossi e Andrea Dovizioso… sarà un mercoledì davvero speciale!

MotoGP, Maverick Vinales

MotoGP, Maverick Vinales: l’idea del ritiro per “vergogna”

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, uragano Marc Marquez: una vittoria “strappalacrime”