MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Zarco subito meglio di Rabat: “Ducati ha un grande potenziale”

Johann Zarco più veloce di Tito Rabat all'esordio in MotoGP con Ducati. Il francese fiducioso dell'alto potenziale della Desmosedici.

10 febbraio 2020 - 18:46

Conta poco il 17° posto nella classifica combinata dei test MotoGP a Sepang di Johann Zarco. Per il francese si tratta del primo approccio con la Ducati GP19 e tutto sommato i sei decimi dal miglior crono di Quartararo non è incolmabile. D’altro canto il neo pilota del team Avintia non nasconde una certa difficoltà nell’approcciare con questa nuova moto. “In realtà mi aspettavo di essere un po’ più veloce. Però ho imparato molto e ho fatto una buona prestazione sul giro. Ho un buon feeling perché ho visto il grande potenziale nella Ducati“.

C’è grande fiducia nel box del team satellite, serve il tempo per “recuperare certi automatismi” dopo la lunga pausa invernale. Johann Zarco ha dovuto saltare i test di Valencia e Jerez, non avendo ancora firmato il contratto con Borgo Panigale. “Ogni giro è stato più veloce, tutto è stato più facile, è così che mi piace. Ho una buona velocità sul rettilineo. Ciò non significa che mi aiuti a impostare un ottimo tempo sul giro, ma l’ho fatto comunque“. Deve scrollarsi ancora di dosso certe peculiarità della Yamaha, come la velocità in percorrenza di curva, per fare leva sugli altri punti forti della Desmosedici. A cominciare dall’accelerazione che richiede delle modifiche al suo stile di guida.

AVINTIA PROMUOVE JOHANN

Nulla di paragonabile alle prime impressioni in sella alla KTM. “Ho un lavoro diverso in Ducati. Qui non devo sviluppare la moto, posso concentrarmi ancora di più su me stesso. Pertanto, il compito è più semplice per me al momento – ha proseguito Johann Zarco -. Ma devo recuperare perché voglio stare al passo con i migliori piloti. Se guido bene con questa moto, posso tornare rapidamente in buone posizioni. Devo conoscere ancora meglio il pacchetto“. Dovrà essere una stagione MotoGP in crescendo per il 29enne di Cannes, consapevole di potersi giocare una carta importante per il futuro.

Rispetto al compagno di box è già un passo avanti: il suo miglior tempo è di 1’58″951 minuti, Tito Rabat ha siglato 1′ 59″549. “Ora non vedo l’ora di provare il Qatar perché mi sento ben preparato e sono molto motivato“. Entusiasmo anche ai box per il suo esordio con la Ducati MotoGP. “Felice di averti in Avintia“, ha commentato Ruben Xaus. “Il team ed io stesso lotteremo con te“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP rain cover

MotoGP, la tecnica: come ci si adatta alle diverse condizioni meteo?

dominique aegerter motoe

Dominique Aegerter: “I migliori in MotoGP? Márquez e Rossi”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: ipotesi rinnovo e risposta a Nonna Lina