MotoGP, Lin Jarvis

MotoGP, Yamaha apre le porte a Zarco: “Pronti a fargli fare il tester”

Lin Jarvis apre le porte a Johann Zarco: "Se vuole vestire i panni di collaudatore per noi va bene. La decisione adesso spetta a lui".

19 novembre 2019 - 20:27

C’è ottimismo in casa Yamaha dopo la prima giornata di test MotoGP a Valencia. Tre piloti in testa alla classifica, un nuovo motore che inizia a piacere ai piloti factory e alcune soluzioni di ciclistica che mirano ad aumentare la top speed. Tutti i tasselli iniziano ad incastrarsi in vista della stagione 2020, ma resta un vuoto nel test team. L’opzione di affidare lo sviluppo della M1 a due collaudatori giapponesi non soddisfa pienamente. Insoddisfatto soprattutto Valentino Rossi, che alla possibilità dell’arrivo di Johann Zarco sembrava entusiasta all’idea.

Il francese non solo conosce bene la Yamaha, ma ha maturato esperienza in KTM e Honda. Sarebbe una fonte inesauribile di competenza per il team di Iwata, che non smette di tendere la mano a Zarco. A confermarlo è Lin Jarvis ai microfoni di Motogp.com: “Ho parlato con Johann dieci giorni fa. Gli ho detto che se il suo programma Honda non avesse funzionato, allora saremmo ancora aperti a dargli il ruolo di collaudatore. Ha espresso interesse a rimanere in corsa, quindi penso che la prima cosa che deve decidere è se vuole continuare a correre o se è interessato ai test. Ora dipende soltanto da lui“.

Johann Zarco ha tutto il tempo di decidere e probabilmente vorrebbe garanzie sul 2021, magari con l’ingresso in Petronas SRT. Opzione che probabilmente Lin Jarvis non può al momento garantire. “Al momento non abbiamo davvero fretta. Vediamo cosa decide, considerando la nuova situazione Honda. È sicuramente una considerazione. Ora è ancora più interessante perché non è solo un pilota molto veloce, ha l’esperienza di KTM, ora ha l’esperienza recente, quindi non è successo nulla di negativo, solo aspetti positivi. La cosa più importante per lui come persona è decidere cosa vuole fare“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo ritorna a Lugano: tempo di affari e incognita MotoGP

MotoGP, Andrea Dovizioso e Marc Marquez

MotoGP, Dovizioso provaci ancora: Marquez obiettivo non impossibile

miguel oliveira tech3

Miguel Oliveira: “MotoGP in Portogallo? Un sogno, ma…”