MotoGP, le Yamaha M1 di Quartararo e Vinales

MotoGP, Yamaha ancora senza test: il Qatar sarà una scommessa

Yamaha unico costruttore MotoGP senza un giorno di test. L'attenzione è focalizzata sulla preseason in Qatar, ma Portimao sarà il vero banco di prova.

26 febbraio 2021 - 10:49

Yamaha non può commettere altri errori nella prossima stagione MotoGP. L’attenzione viene riposta tutta sul doppio test in Qatar, quando esordirà il nuovo collaudatore Cal Crutchlow e vedremo all’opera la M1 2021. La prima uscita dell’ex pilota Honda era prevista a febbraio in Malesia, ma il test è stato annullato a causa dell’emergenza Covid-19. Honda, KTM, Aprilia e Ducati hanno rimediato con dei test privati. Suzuki ha provato la nuova GSX-RR in Giappone con Takuya Tsuda. Invece Yamaha ha scelto di attendere per problemi di logistica e neppure il tester giapponese ha potuto svolgere un vero shakedown invernale.

Attesa per il primo test

A Losail Cal Crutchlow avrà a disposizione sei giornate, i piloti ufficiali cinque. Massima attenzione è rivolta al telaio e all’elettronica, un nuovo Aero-pack è all’ordine del giorno. La MotoGP resterà ferma un mese in Qatar, inizierà pre-season e Mondiale su un unico tracciato, solitamente favorevole alla Yamaha M1. Il vero banco di prova sarà Portimao, terzo appuntamento in calendario. “Siamo abbastanza fiduciosi. Non ci aspettiamo di avere il tipo di problemi tecnici che abbiamo avuto lo scorso anno“, ha detto Lin Jarvis. “Crediamo che la nostra moto avrà un pacchetto molto equilibrato quest’anno“.

Crutchlow ha iniziato la sua carriera in MotoGP con Yamaha Tech3 e, dopo una breve parentesi in Ducati, è passato in Honda. Il suo input potrebbe rivelarsi fondamentale nell’evoluzione del prototipo di Iwata. Sfrutterà lo shakedown del 5 marzo per ambientarsi su una una moto di base “facile” per poi iniziare a provare gli aggiornamenti. “Sicuramente sono davvero curioso di vedere cosa può portare Cal alla Yamaha dalla sua precedente esperienza“, ha sottolineato Maio Meregalli nel giorno della presentazione ufficiale. Ma i piloti Maverick Vinales e Fabio Quartararo sanno bene che il Qatar non dovrà buttare fumo negli occhi. “Diventa problematico a Portimao, su un tracciato completamente diverso, dove l’anno scorso abbiamo avuto difficoltà. Non mi sto stressando per il Qatar, ma a Portimao vedrai di più come funzionano la moto e tutto il resto“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
12:42, 27 febbraio 2021

Ma se la moto è sempre la stessa d 3 stagioni … su … vedrete che provandola sentirete le stesse sensazioni.
come essere a casa …

POTRESTI ESSERTI PERSO:

granado motoe

MotoE Test Jerez II, day-2: Eric Granado al top nell’ultimo turno

oliveira gardner fernandez - motogp

MotoGP: Portimao 2020, la tripletta di Oliveira, Gardner e Fernández

MotoGP, Jorge Martin a Doha

MotoGP, Jorge Martin: “Valentino Rossi quest’anno non vincerà”