Maverick Vinales

MotoGP, Vinales: “Restare in Yamaha? Vedremo la scelta migliore”

Maverick Vinales non è soddisfatto dei risultati con Yamaha e pensa ad un cambio di livrea per il 2021: "Non so se restare sia la scelta migliore".

8 ottobre 2019 - 19:09

Maverick Vinales corre la sua terza stagione con Yamaha, ma l’umore non è alle stelle. Ha esordito con tre vittorie e un secondo posto nella stagione 2017, sembrava destinato a intraprendere un cammino vincente con il team di Iwata, prima di spegnersi nei meandri delle difficoltà tecniche. In 52 Gran Premi in sella alla M1 ha collezionato cinque vittorie, terzo posto finale nel campionato di esordio con Yamaha, 4° nel 2018 e quest’anno è in corsa per un terzo posto. Dopo la gara thailandese, nonostante il podio, ha lanciato l’ennesimo appello al team a fare di più.

Risultati che non combaciano con gli obiettivi prefissati al momento del passaggio da Suzuki a Yamaha e i problemi irrisolti di trazione seminano malumore. Con Fabio Quartararo che bussa prepotentemente alla porta della scuderia factory, con Valentino Rossi per nulla intenzionato a mollare, il futuro di Maverick Vinales potrebbe prendere altre strade. Il contratto lo lega a Iwata fino al 2020, ma il mercato piloti è già in fermento. “Ora stiamo facendo la differenza (io e Fabio, ndr), ma il futuro non è mai noto – ha dichiarato a DAZN dopo il Buriram -. Alla fine dovremo scegliere ciò che è meglio per ognuno“.

Quattro anni fa Yamaha era la sua migliore opzione ma ora, dopo risultati lontani dalle sue aspettative, non pare convinto. “Non so se la cosa migliore ora sia restare alla Yamaha“. Seminare dubbi può rappresentare una buona strategia contrattuale, soprattutto per spianare la strada ad altri costruttori. Si vocifera di un interessamento di Suzuki e Ducati, ma i diretti interessati non possono sbilanciarsi. Maverick Vinales ha fatto intendere di volere una moto dalla frenata aggressiva, questo lascerebbe pensare alla Desmosedici. Parlare di scenari futuri è prematuro, ma alcuni tasselli del puzzle iniziano a muoversi per vedere come combaciare al meglio.

1 commento

lamottawalte_13764774
11:47, 9 ottobre 2019

Da Yamaha a Ducati… No bbuono!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Iannone e Aleix Espargaro

MotoGP, Aprilia punta al team satellite: “Bisogna convincere Piaggio”

jordi torres

MotoE: Il team Pons schiera Jordi Torres nel 2020

motoe 2019

MotoE, il calendario 2020 definitivo: via Le Mans, torna Valencia