MotoGP, Maverick Vinales a Misano 2020

MotoGP, Vinales: “Non penso al Mondiale, prepariamo la moto 2021”

Maverick Vinales vince la sua prima gara in MotoGP 2020. Ad un passo dalla leadership, non pensa al Mondiale: "Prepariamo la moto per il 2021".

20 settembre 2020 - 16:46

Maverick Vinales centra la prima vittoria stagionale nel campionato MotoGP 2020. Approfitta della caduta di Pecco Bagnaia e si piazza al comando, con un buon vantaggio ormai consolidato per difendersi dagli attacchi di Joan Mir, Fabio Quartararo e Pol Espargarò. Lo spagnolo della Yamaha sale al secondo posto in classifica a pari punti con il francese della Petronas SRT, a una sola distanza dal leader provvisorio Andrea Dovizioso. Prossimo appuntamento in Catalunya fra cinque giorni.

Poco importa come sia maturata la vittoria. Maverick Vinales ci ha creduto sin dal venerdì di prove libere, l’ha cercata limando ogni dettaglio dopo l’opaca prestazione di domenica scorsa. Adesso il titolo MotoGP è alla portata di mano. “Penso solo di aver creduto in me stesso e di aver compreso il mio potenziale. Ho dimostrato alla mia squadra che non possiamo arrenderci. Oggi abbiamo preso la stessa decisione degli altri sulle gomme“. Nei GP precedenti nel suo box hanno preso scelte discutibili, su tutte l’adozione dell’impianto frenante tradizionale in Austria e non quello raccomandato da Brembo.

Maverick punta alla leadership

Maverick Vinales può tornare in patria e nel prossimo week-end competerà sul circuito di casa. Al Montmelò proverà a effettuare il sorpasso in classifica e a prendersi la testa del Mondiale. “Oggi sono stato in grado di fare dei tempi davvero fantastici nel primo settore e di esercitare una pressione estrema. Non vedo l’ora di tornare a casa ora e festeggiare con la gente… Quando tutto funziona, è una bella sensazione“.

La caduta di Pecco Bagnaia ha reso tutto più facile, ma il pilota di Roses si prende qualche merito… “Abbiamo messo pressione… Ha sbagliato. Man mano che la gara andava avanti, stavo meglio sul fianco sinistro della gomma. Una gara come questa è esattamente ciò che dobbiamo mostrare quando sei nel team ufficiale Yamaha… Non penso molto al Mondiale. Dobbiamo preparare bene la moto per il 2021. Ora impariamo qualcosa in ogni gara“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo e Andrea Iannone

MotoGP, Jorge Lorenzo-Aprilia si può fare: “Sarei il coach di Iannone”

canet moto2

Moto2, classifica rookie: Canet sempre in vantaggio, Dalla Porta quota 5

jorge martin moto2

Moto2: Jorge Martín, ultime gare prima della MotoGP. “Ducati l’opzione migliore”