MotoGP, Valentino Rossi sulla M1

MotoGP, Valentino Rossi tentato da Ducati. Zarco: “Qui c’è motivazione”

Valentino Rossi e Ducati un matrimonio ancora possibile per la prossima stagione MotoGP. Johann Zarco: "Qui ritroverebbe motivazioni".

4 luglio 2021 - 7:52

Per Valentino Rossi è tempo di vacanze sul suo nuovo yacht, in compagnia della fidanzata Francesca Novello e degli amici più intimi. A detta di Alessio Salucci una decisione ancora non l’ha presa circa il suo futuro. Sono giorni di riflessione e valutazioni, il decimo posto come miglior risultato non è certo di incitamento. Ma la partenza di Maverick Vinales potrebbe spingere gli uomini Yamaha e Petronas SRT a tendere una mano al campione di Tavullia, anche se non è l’unico costruttore a desiderarlo.

In Ducati hanno aperto le porte a Valentino Rossi, pur sottolineando che a decidere sarà il team Aramco VR46. Paolo Ciabatti l’ha definita “una idea romantica“, ancor più considerando che andrebbe a fiancheggiare ai box suo fratello Luca Marini. “Ducati sarebbe felicissima, però la scelta dei piloti spetta alla VR46 – ha osservato il direttore sportivo -. E, soprattutto, nel caso di Valentino è una scelta solo sua: non esclude una possibilità che però è molto, molto remota“. Difficile distogliere l’attenzione dai risultati conseguiti nelle prime nove gare, ma una moto differente potrebbe certamente infervorare nuovi stimoli…

L’apertura di Zarco

Nei suoi ultimi 15 Gran Premi, Valentino Rossi ha rimediato sette incidenti. L’ultimo bagliore risale al 4° posto di Misano nel 2020, quando la gioia del podio gli fu negata da Joan Mir nelle fasi finali. Tutto protende a pensare che la carriera di pilota della classe MotoGP sia al tramonto. “La mia passione è molto grande. Mi diverto molto, ma i risultati sono molto importanti“, ha sottolineato il campione di Tavullia. “Questa vita è molto stressante, devi allenarti molto. Quando guidi la moto è sempre una bella sensazione, ma hai anche molta pressione… Bisogna capire se sono possibili buoni risultati. Come in tutti gli sport, i risultati sono decisivi“.

Eppure la curiosità di milioni di tifosi è rivederlo in sella alla Ducati con cui in passato ci ha provato. I tempi non erano abbastanza maturi, ma stavolta la Rossa ha un enorme potenziale. Riuscirebbe ad adattarsi in tempi brevi? “Una domanda interessante. La Ducati continua a migliorare“, commenta Johann Zarco che conosce bene sia la Yamaha M1 che la Desmosedici GP. “Ci saranno otto moto l’anno prossimo. Potrebbe essere la moto migliore in campo e diversi piloti possono giocarsela. Se guidasse una Ducati l’anno prossimo, sarebbe più veloce sul rettilineo. Questo è sicuro”, aggiunge in merito a Valentino Rossi. “Se continuasse, allora avrebbe la motivazione. Avrebbe nuove sensazioni con la Ducati. Questo potrebbe migliorare le cose per lui. Ma la domanda è se resterà o meno“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Enea Bastianini e Ruben Xaus

MotoGP, il budget fa il gap: Enea Bastianini stile Robin Hood

MotoGP, Marc Marquez a Misano

MotoGP, Honda-revolution: Marquez apre la strada, Espargarò in bilico

Superbike, Toprak Razgatlioglu

MotoGP, Toprak Razgatlioglu pronto per un test con la Yamaha