MotoGP, Valentino Rossi a Jerez

MotoGP, Valentino Rossi sul rebus motore: “Spero che Yamaha risolva”

Yamaha ha chiesto di modificare dei sensori sul motore della M1. ma i problemi di Valentino Rossi sono di ben altra natura.

23 luglio 2020 - 8:19

In casa Yamaha si tenta di minimizzare, ma le YZR-M1 di Valentino Rossi e Maverick Vinales hanno un problema al motore. Il Dottore domenica si è fermato a pochi giri dal traguardo a causa di una spia sul cruscotto. Lo spagnolo, invece, ha avvertito strani rumori. “Non ci aspettiamo comunque problemi di affidabilità“, ha detto Maio Meregalli a Sky Sport. Intanto due propulsori sono stati inviati in Giappone per delle verifiche.

Nel box Yamaha c’è il rischio di dover affrontare la prossima gara con motori a regimi ridotti per precauzione. I due motori inviati in Giappone sono sigillati e non devono essere aperti. Con mini telecamere e sensori, possono ancora essere esaminati con precisione. Poiché lo sviluppo è bloccato, è necessario richiedere l’autorizzazione all’associazione dei produttori MSMA se si desidera sostituire una parte per motivi di sicurezza, ma senza poter migliorare le prestazioni. Yamaha ha chiesto alla MSMA di voler sostituire i sensori sullo scarico.

I problemi del Dottore

Ma a destare più preoccupazioni è l’angolo di box di Valentino Rossi. Nel primo week-end a Jerez ha faticato sin troppo con l’usura delle gomme, un problema che si trascina da almeno due anni. E senza trovare una soluzione. Molto dipende dall’altezza del campione, ma sul fronte tecnico verranno provate delle novità, anche drastiche. “Abbiamo visto che dobbiamo cambiare alcune cose, nel modo in cui lavoriamo e nel set-up, perché siamo stati troppo lenti lo scorso fine settimana. Sarà interessante vedere se possiamo essere più competitivi“. Motore permettendo, perché la faccenda resta un po’ avvolta nel mistero. “Non siamo sicuri di cosa sia successo, spero che Yamaha abbia capito il problema e non accadrà di nuovo“.

Si ricomincia dai dati raccolti nello scorso week-end, ma pochi i vantaggi per Valentino Rossi, dato che il setting dovrà essere modificato. Sarà difficile trovare una soluzione a breve termine. “Abbiamo bisogno di più tempo e dobbiamo cercare di risolvere il problema. I problemi sono gli stessi dell’anno scorso. Ma sono contento di avere David [Munoz]”. D’altronde Jerez è un circuito che non ha mai ben digerito nelle ultime stagioni. “Sto soffrendo affinché le gomme funzionino bene , dal punto di vista tecnico o del mio stile di guida, quindi ho bisogno di tempo. Inoltre Jerez è un circuito in cui ho sempre sofferto negli ultimi anni, è qualcosa di particolare per me, anche il caldo lo rende più difficile“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Brno

MotoGP, Valentino Rossi: “Piloti Yamaha fortissimi tranne me”

bagnaia motogp

MotoGP: Francesco Bagnaia operato, obiettivo rientrare a Misano

zarco motogp

MotoGP: Johann Zarco, unica luce Ducati nel sabato a Brno