MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Strano il rinnovo di Marc Marquez”

Valentino Rossi 9° nella seconda giornata di Test MotoGP in Qatar. Resta da migliorare il set-up della M1. Su Marc Marquez: "Ha deciso di restare in HRC".

23 febbraio 2020 - 21:31

Valentino Rossi chiude in nona posizione il secondo giorno di Test MotoGP in Qatar. Dopo il settimo crono del sabato le sensazioni non sono troppo soddisfacenti. Il ritmo gara di Vinales e Quartararo è decisamente migliore, ma resta ancora una giornata di test per mettere le cose a posto. Il campione di Tavullia ha riprovato il dispositivo holeshot per la partenza, un piccolo particolare che potrebbe fare la differenza in partenza. Ogni dettaglio può rivelarsi utile con così tanti piloti a distanza ravvicinata. Ma il sistema ideato da Ducati sarà presto installato da quasi tutti i costruttori, azzerando così l’ipotetico vantaggio.

Restano quei due o tre decimi da limare, l’attenzione è puntata sulla frenata e lo stile di guida. “Per quanto riguarda il ritmo di gara, oggi abbiamo avuto un po’ più di problemi rispetto a ieri. Il secondo giorno è stato un po’ più difficile per me. Domani sarà importante perché è l’ultimo giorno dei test invernali. Dopo di che possiamo trarre delle conclusioni. Ma oggi non possiamo rimproverarci nulla – ha sottolineato Valentino Rossi -, abbiamo fatto un buon lavoro e provato tutto. Soprattutto con il set-up. Siamo abbastanza preparati per l’inizio della stagione“.

ROSSI SU MUNOZ E IL RINNOVO DI MARQUEZ

Nella terza giornata il pilota 41enne dovrà mettere insieme tutte le soluzioni provate per capire qual è il miglior set-up. Resta grande curiosità per capire le sue prestazioni in un week-end di gara. In tal caso potrà fare la differenza anche il nuovo capotecnico David Munoz. “Dopo la stagione 2019, sapevo che dovevamo cambiare. Abbiamo scelto David perché lo conosciamo molto bene. Sembra che la giovane generazione di tecnici che stiamo vedendo nel paddock sia piuttosto promettente. Penso che possiamo essere più competitivi rispetto allo scorso anno“. La velocità di punta resta l’handicap della Yamaha M1 rispetto a Ducati e Honda. Ma la moto 2020 è migliorata in ogni settore, compresi i punti di forza come la percorrenza di curva.

Nel primo Gran Premio in Qatar verrà congelato il motore, almeno fino alla gara in Catalunya la moto non subirà aggiornamenti. Rispetto al passato cambierà l’orario di partenza della prima gara, anticipato alle 18:00 (ora locale, 16:00 in Italia). “Alle 18:00 è già notte qui, che è la cosa più importante per una corsa notturna. Ci sarà un po’ più di calore, sarà meno pericoloso, anche se non penso che cambi molto“. Infine una battuta sul rinnovo quadriennale di Marc Marquez: “Ha deciso di rimanere con la Honda. Per quattro anni è un po ‘strano. Se ha deciso così – ha concluso Valentino Rossi -, avrà avuto le sue ragioni“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alex marquez motogp

MotoGP, Alex Márquez: “Sfruttare a Brno quanto imparato a Jerez”

schrotter moto2

Moto2, Marcel Schrötter: “Non più dolore, correrò normalmente”

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez: il re della pista nella trappola della sfortuna