MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi si scusa con i fan: “Vado al massimo, mi dispiace”

Valentino Rossi riceve il caloroso abbraccio dei fan nel week-end MotoGP a Misano. Ma la partenza dall'ultima fila lo condanna al 17° posto.

19 settembre 2021 - 19:54

Un’altra gara da archiviare per Valentino Rossi nel week-end di MotoGP a Misano. Partito dall’ultima fila ha guadagnato pochissime posizioni ai danni di Morbidelli, Marini e Oliveira. 17esima piazza finale, ma dopo il traguardo il tributo dei tifosi è particolarmente caloroso. Sono le ultime uscite ufficiali della leggenda di Tavullia prima dell’addio, meglio godersi il momento al di là del risultato. La prossima settimana sarà ancora in pista ma avrà ben poche novità da provare per la sua M1. “Ci sarò solo un giorno perché non abbiamo nulla da testare. Lavorerò sul bilanciamento della moto e delle gomme per prepararmi ad Austin, una pista che mi piace”.

Il tributo dei fan

Alla vigilia dell’appuntamento di Misano Valentino Rossi si aspettava una prestazione migliore. Ma le due cadute del sabato hanno fortemente condizionato le qualifiche. Partire dalle retrovie ti condanna a restarci nella MotoGP di oggi. “E’ stato altrettanto bello vedere così tanti fan, li ringrazio per il loro supporto. Volevo offrire una gara migliore e ci ho provato così tanto che sono caduto due volte sabato. Per i piloti, correre davanti ai tifosi cambia la vita“. Impossibile nascondere l’emozione dell’ultimo giro e il passaggio sotto le tribune del popolo giallo. “Non mi hanno mai abbandonato, nemmeno nei momenti difficili. Mi dispiace per i tifosi perché vorrei essere più competitivo. Sto dando il massimo e mi dispiace“.

Il futuro tricolore

A rendere meno insipido il Gran Premio di San Marino ci ha pensato Pecco Bagnaia, al secondo successo consecutivo. “La vittoria di Aragon lo ha sbloccato, anche mentalmente, peccato aver perso tanti punti all’inizio del Mondiale. Sarebbe stata una bella lotta con Quartararo fino alla fine“. Parte del merito va anche al suo progetto della VR46 Academy. “L’Italia in MotoGP è in una buona situazione, anche senza di me e questo è positivo. Pecco lotterà per il campionato l’anno prossimo e lo sta facendo anche in questo. Nel 2022 in lotta ci sarà anche Morbidelli, con mio fratello Luca e Bezzecchi in pista, anche se il suo ingresso nel team MotoGP non è ancora ufficiale. E poi c’è Bastianini, che non è il nostro pilota – conclude Valentino Rossi -, ma guida come un diavolo e a Misano ha segnato il giro più veloce. Avrà un buon futuro”.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

FRA 1988
21:40, 19 settembre 2021

Se il team VR46 da una moto ufficiale a Marini è la fine della meritocrazia. Bastia è nettamente più bravo e lo ha dimostrato ancora una volta.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp misano

MotoGP verso Misano-2: tutti gli orari TV su Sky Sport, DAZN e TV8

motogp valentino rossi

MotoGP: folla e poster dedicato per salutare Valentino Rossi a Valencia

Andrea Iannone ex pilota MotoGP

MotoGP, Andrea Iannone su Rai1: “Sono un uomo che vive di sfide”