Valentino Rossi MotoGP 2020

MotoGP, Valentino Rossi sfida Covid e sfortuna alla roulette dei tamponi

Valentino Rossi rischia di saltare il prossimo round MotoGP. Giro di tamponi in attesa del primo esito negativo prima di imbarcarsi per Valencia.

5 novembre 2020 - 8:03

Nella giornata di oggi Valentino Rossi saprà se potrà raggiungere Valencia nella giornata di sabato per partecipare al terzultimo round stagionale della MotoGP. Risultato positivo al Coronavirus il 15 ottobre, l’esito del tampone continua ad essere tale, nonostante l’assenza di sintomi. In teoria potrebbe concludere l’isolamento, 21 giorni dopo la manifestazione dei sintomi, ma la prudenza non è mai troppa. La sua fidanzata Francesca Sofia Novello continua la permanenza a Milano, ha sospeso gli allenamenti all’aria aperta. Mamma Stefania gli passa i pasti a distanza, gli unici hobby che può coltivare sono tv, Playstation e i suoi labrador.

La roulette dei tamponi

La sfortuna sembra non voler lasciare Valentino Rossi. Del resto questo incubo Covid-19 arriva dopo le tre cadute consecutive di Misano, Le Mans e Montmelò. Mai successo in venticinque anni di carriera! Una stagione MotoGP 2020 da cancellare per tanti motivi. E quasi certamente salterà anche il primo dei due GP di Valencia. Il Dottore si è sottoposto ad almeno tre tamponi negli ultimi giorni: uno giovedì 29 ottobre, l’altro domenica e infine martedì. Tutti con esito positivo. Ieri ha eseguito il quarto tampone, in caso di negatività potrebbe tornare in pista questo week-end. Per FIM e Dorna è necessaria la negatività a due tamponi in 48 ore per accedere al paddock MotoGP.

Se il tampone di ieri risultasse negativo Valentino Rossi potrebbe partire per Valencia ed effettuare un altro test domani. In caso di nuova positività potrebbe effettuarlo nuovamente oggi e ripeterlo sabato mattina, così da poter disputare l’ultima sessione di prove libere MotoGP e partire dalla Q1. Una corsa contro il tempo e con la valigia già pronta, ma ancora una volta dovrà fare i conti con la fortuna. Al suo posto correrà Garrett Gerloff, che ha beffato sia Jorge Lorenzo che Toprak Razgatlioglu. Il collaudatore maiorchino è ormai vicino all’addio, il turco è stato fermato da un conflitto di sponsor (lui è atleta Red Bull, la Yamaha è sponsorizzata Monster).

1 commento

fzanellat_12215005
10:55, 5 novembre 2020

In realtà, per Rossi, era già accaduto di cadere 3 volte consecutive in gara.Mugello,Barcellona e Assen 2019
con una stagione molto negativa.
Il viale del tramonto è stato imboccato,ma l’età non
mente.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”

MotoGP, Luca Marini-Pecco Bagnaia-Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi e “new generation”: obiettivo Mondiale tricolore

binder espargaro ktm motogp

MotoGP, Mike Leitner (KTM): “I risultati del 2020 parlano da soli”