Valentino Rossi pilota Yamaha

MotoGP, Valentino Rossi rimbalza tra Yamaha e Petronas SRT

Valentino Rossi rimbalzato tra Monster Energy Yamaha e Petronas SRT. Fra team factory e satellite non sembra esserci massima intesa sui contratti 2021.

9 aprile 2020 - 12:28

In casa Yamaha non sembra esserci massima intesa, almeno stando alle dichiarazioni a distanza di Razlan Razali e Maio Meregalli. Fra il team factory e la squadra satellite non c’è massima intesa sulla promozione di Fabio Quartararo e la “retrocessione” di Valentino Rossi. Il manager malese ha chiesto a Dorna, in caso di annullamento della stagione MotoGP, di lasciare inalterate le posizioni. Quindi lo stralcio di eventuali contratti firmati nei mesi precedenti, come il passaggio dell’astro francese in Monster Energy Yamaha. Congelati i motori e le carene aerodinamiche, Razali, che ha ceduto il ruolo di CEO del SIC, ritiene opportuno di lasciare inalterate le line-up piloti.

TIRA E MOLLA PETRONAS-YAMAHA

La voce è rimbalzata direttamente dalla Malesia all’Italia tramite web, tanto che Maio Meregalli ai microfoni di Sky Sport MotoGP ha subito chiarito: i contratti firmati vanno rispettati. Fabio Quartararo dal prossimo anno salirà sulla M1 del team ufficiale comunque vada il 2020. Valentino Rossi in questo gioco di rimbalzi sembra un po’ il “brutto anatroccolo”. Lodato ed acclamato per quanto fatto nel passato, ma sul futuro entrambe le scuderie vogliono puntare sul best rookie of the year 2019. L’eventuale cancellazione del Mondiale o, nella migliore ipotesi, un calendario condensato fanno pensare che il Dottore propenderà per un rinnovo annuale.

Anche in questo caso fra team factory e satellite non sembra esserci massima intesa. Il team manager Wilco Zeelenberg parla di trattativa ancora in alto mare con Iwata per il passaggio di Valentino Rossi. “È qualcosa di cui non abbiamo ancora discusso con Yamaha, dobbiamo vedere quali sono le opzioni“. Razali sarebbe fiero di accogliere il campione di Tavullia, ma ribadisce che la trattativa è ancora a zero. “Ci sono discussioni tra Yamaha e Valentino Rossi, ma non siamo mai stati coinvolti“. Maio Meregalli ha invece specificato che la contrattazione va gestita da Petronas SRT e dal nove volte iridato. “È una questione che riguarda Petronas, noi come Yamaha siamo pronti a qualsiasi decisione che Vale prenderà“. Il Dottore sarà sicuramente accolto a braccia aperte dal team privato. L’impressione è però che entrambi i team MotoGP vogliano puntare tutto su Fabio Quartararo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, Quartararo: “Rossi e Lorenzo i miei modelli”

motogp

Elvio Deganello, ancora grave l’ingegnere Suzuki MotoGP dopo l’incidente MX

MotoGP, Jack Miller

MotoGP, Jack Miller: “Grazie Pramac, ma il 2020 non è ancora finito”