MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Pecco può fregarmi il record”

Valentino Rossi 16° sulla griglia di Portimao-2. Penultima gara in MotoGP, dal 2022 sarà nel paddock per fare da coach agli allievi della VR46 Academy.

6 novembre 2021 - 20:58

Valentino Rossi affronterà la sua penultima gara in MotoGP partendo dalla 16esima piazza sulla griglia di Portimao. Sempre nelle ultime posizioni durante le prove libere, è stato capace di un piccolo scatto di orgoglio nelle qualifiche. “Abbiamo migliorato il bilanciamento e il feeling con le gomme. Anche le condizioni della pista ci hanno aiutato ad avere più grip“. Ha girato un secondo più lento del poleman Pecco Bagnaia, il passo è buono, ma in alcune curve accusa troppo sottosterzo.

Obiettivo top-10

Nella gara domenicale riproverà l’azzardo della hard al posteriore, ma molto dipenderà dalle condizioni meteo. Se le temperature saranno inferiori ad almeno 30° sarà difficile portarla a temperatura. L’obiettivo sarà la top-10: “Il risultato è importante per divertirsi. Quando ottieni un buon risultato, è molto più divertente perché ti senti bene con la moto“. Vuole riprovarci, come avvenuto a Misano-2 dove ha chiuso 10°. “Non è andata così male a Misano. Dobbiamo raccogliere punti iridati. È possibile! Dipende da come si evolve la gara“.

Pecco da record

Tra la mattina e il pomeriggio di sabato ha migliorato il bilanciamento della sua Yamaha M1, ma non è bastato per accedere al Q2. Può però consolarsi con la quinta pole consecutiva del suo allievo Pecco. “Cinque pole consecutive inizia ad essere importante. Ha pareggiato un mio record che ho fatto due volte. Spero che a Valencia non faccia la pole (ride, ndr), così non mi frega. Ha fatto un grande step quest’anno, è quello che ha capito meglio la moto in Ducati. Poi quando spinge per fare la pole è incredibile. Mi dispiace, perché poteva lottare per il Mondiale se partiva più convinto. Però è pronto per l’anno prossimo“.

Valentino coach dell’Academy

Nel box Ducati si è visto Casey Stoner al fianco di Pecco Bagnaia, che lo vorrebbe come coach. L’ex pilota australiano ha fatto anche un salto in Petronas SRT per una foto ricordo con il Dottore e Andrea Dovizioso. Valentino Rossi nel prossimo campionato MotoGP potrebbe rivestire quel ruolo. “Sono sempre stato il loro coach, l’anno prossimo avrò più tempo. Quindi mi piacerebbe aiutarli per quello che posso, per loro ci sarò sempre – ha concluso Valentino Rossi -. Non penso che andrò a tutte le gare, ma darò sicuramente un po’ di aiuto“.

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022