Valentino Rossi e i ragazzi della VR46 Academy

MotoGP, Valentino Rossi: l’affare saudita e i conti del progetto VR46

Valentino Rossi sarà presente nel futuro MotoGP con il suo team VR46. Ma la sponsorizzazione saudita rimanda da mesi l'annuncio ufficiale.

5 settembre 2021 - 10:08

Il team VR46 di Valentino Rossi in MotoGP resta una certezza, ma l’attesa conferenza stampa saudita tarda ad arrivare. Il principe saudita Al Saud ha garantito a voce pieno sostegno al progetto del campione, ma l’atteso annuncio ufficiale è stato più volte rinviato. Interrogato sulla vicenda il 42enne di Tavullia ha sempre risposto diplomaticamente senza però dare piena certezza. “Sono abituato a fidarmi delle persone. Ecco perché rimango calmo“.

La contraddizione araba

Valentino Rossi non si occupa in prima persona dell’affare sponsor, ma ci sta mettendo la faccia e il nome. In primavera, Tanal ha annunciato che la compagnia petrolifera saudita Aramco (utile annuo di 55 miliardi di dollari), che compare anche in Formula 1, sarà lo sponsor principale del nuovo team Ducati VR46. Ma un portavoce della società che cura la comunicazione  Aramco ha smentito. All’interno della holding c’è una forte contraddizione, ma è pur vero che il progetto MotoGP ha un ruolo secondario per una società che gestisce capitali stratosferici. Bisognerà quindi attendere.

Due settimane fa anche Al Saud ha dato rassicurazioni, in una conferenza Zoom riservata ad una cerchia ristretta di media. “Il contratto è già stato firmato e metteremo a disposizione l’intera somma nella prossima settimana“. Parole che ancora non hanno trovato conferma con i fatti. Si parla di circa 18 milioni di dollari l’anno, ma Tanal ha in mente di realizzare anche un parco tematico sul motorsport e dedicato a Valentino Rossi. Oltre alla realizzazione di impianti dedicati alla fabbricazione di moto e auto. Altri progetti sono incentrati sul mondo della Formula 1. E l’ambizione  è organizzare un Gran Premio in Arabia Saudita. “Ne stiamo ancora parlando con il ministero dello Sport, ma accadrà presto“. Un affare da oltre un miliardo di dollari!

Il progetto MotoGP

Intanto VR46 potrà contare sulla copertura del budget quasi totale attraverso l’investimento arabo. Per allestire il team MotoGP occorrono dai 15 ai 20 milioni. Dorna offrirà per i due piloti 5 milioni a stagione. Senza contare che ad Aramco si addizioneranno altri forti finanziatori come Sky e WITHu. Nell’ ipotesi che Aramco non finanziasse il progetto di Valentino Rossi bisognerà rivedere i piani strategici con gli sponsor e trovarne altri in tempi brevi. Ma l’impressione è che presto verremo a capo della situazione. A Tavullia dormono sonni tranquilli.

Già dal 2021 i piloti del team Sky VR46 promuovono il progetto Saudi Vision 2030 per il governo dell’Arabia Saudita. Associati a questo sono i marchi “KSA New Cities” e “Maic Technologies”, i cui loghi compaiono sulle livree di Luca Marini, Marco Bezzecchi e Celestino Vietti. Ma una cosa è certa: fino a quando non ci sarà nero su bianco i piani per la partecipazione al campionato MotoGP restano un mistero irrisolto.

Massaggio Capitale, relax a Roma

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi a Misano

MotoGP, Valentino Rossi: “Voglio il massimo, ma senza fare follie”

marc marquez motogp

MotoGP, Márquez in tandem con Bradl: “Così sono passato in Q2”

stefano nepa moto3

Moto3 UFFICIALE C’è Stefano Nepa per il Team MTA nel 2022