MotoGP, Valentino Rossi al Ranch

MotoGP, Valentino Rossi: “L’Academy VR46 è come una caserma”

Valentino Rossi lascerà a lungo la sua impronta in MotoGP con la VR46 Academy. Da quest'anno conta un nuovo ingresso: Alberto Surra.

12 ottobre 2021 - 14:14

Sono giorni di allenamento al Ranch per Valentino Rossi e i ragazzi della VR46 Academy. Come da tradizione, a Tavullia si lavora in vista del prossimo round MotoGP, che si disputerà a Misano dal 22 al 24 ottobre. Terzultima gara da pilota mondiale per il Dottore, prima del gran finale tra Portimao e Valencia. Andrà avanti a gonfie vele il progetto Riders Academy che quest’anno ha registrato il nuovo innesto del 17enne Alberto Surra.

Dopo gli addii di Fenati, Bulega, Baldassarri e Foggia, Surra si è guadagnato un posto alla corte di Valentino Rossi. Si è allenato per mesi insieme agli allievi, passando dal team CIV Bardahl VR46 Riders Academy a Rivacold Snipers nel Mondiale Moto3. A fine settembre è entrato ufficialmente nella struttura della Academy e continuerà a farsi le ossa nella classe cadetta, promettendo un futuro brillante. D’altronde è noto che dalla scuola di Tavullia escono campioni. Franco Morbidelli e Pecco Bagnaia hanno vinto un titolo iridato a testa nella middle class e promettono bene anche per la classe MotoGP. Entrambi si sono guadagnati un posto in un team factory, con l’italobrasiliano che si è designato vicecampione del mondo 2020.

VR46 scuola di moto e vita

Per Valentino Rossi l’Academy è un fiore all’occhiello invidiato da tanti, Ducati e Yamaha hanno colto l’occasione al volo per far crescere le giovani leve. “La nostra missione è aiutare i piloti italiani a entrare in MotoGP. Si comincia da giovani, come abbiamo fatto con Pecco, Franco, Luca, Bez, Cele, ecc. dalla Moto3. Vogliamo avere giovani piloti per il futuro“. Il 42enne ha sempre sottolineato l’importanza di tenere alti i colori italiani, per evitare che in futuro l’epicentro del Motomondiale cambi direzione. Una sfida aperta con l’artiglieria spagnola che al momento sembra avere una marcia in più.

Su Alberto Surra sono riposte molte speranze. “E’ un pilota di grande talento che ha fatto molto bene nei campionati minori – ricorda Valentino Rossi come riporta Speedweek.com -. Poi ha passato un anno con noi, perché è importante conoscere anche il carattere di un pilota. Ci piacciono i ragazzi simpatici ed educati che, anche da giovani, sanno dov’è il loro posto. È un po’ come essere in caserma, ci sono i veterani e per essere accettati bisogna prima guadagnarsi la simpatia dei vecchi del gruppo. Non è tanto facile“.

“58” il racconto illustrato ispirato al mito SIC58,  In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pecco Bagnaia, fan club

MotoGP: Misano non sarà solo giallo, decolla il Pecco Fan Club

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: l’ultimo mese in marcia trionfale

mattia casadei moto2

Moto2: Mattia Casadei, esordio con Italtrans nel GP a Misano-2