MotoGP, Valentino Rossi: “KTM da titolo? Assolutamente sì!”

Quartararo, Morbidelli, Binder, Zarco, Rossi e Oliveira protagonisti in conferenza stampa. Dalla sorpresa KTM al meteo incerto, ecco le loro parole.

13 agosto 2020 - 17:54

Dopo Brno, eccoci subito al Red Bull Ring per il primo di ben due round di scena in Austria. Un appuntamento che si preannuncia imprevedibile, sia in base a quanto visto in precedenza sia per il meteo che stiamo vedendo in questi giorni. Ma prima di entrare in azione c’è come sempre la conferenza stampa inaugurale. Presenti all’evento il leader iridato Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, il fresco vincitore di Brno Brad Binder, Johann Zarco, Valentino Rossi e Miguel Oliveira.

Sì comincia con Fabio Quartararo, tutt’ora al comando della classifica ma reduce da una gara sottotono. “Venerdì a Brno abbiamo avuto qualche difficoltà con la moto, sabato avevamo trovato qualche soluzione con le gomme. In gara invece non è andata bene, soprattutto con la posteriore distrutta da subito. L’aspetto positivo è che abbiamo portato a casa punti importanti, non era facile viste le condizioni. Il meteo in Austria? Sembra che debba piovere per tutti i giorni: vedremo di gestire al meglio anche questa situazione.” KTM può lottare per il titolo? “La moto funziona molto bene, hanno anche ‘qualche giro’ sia al Red Bull Ring che a Misano, ovvero i prossimi 4 GP, ed i piloti sono veloci. Io ritengo di sì.”

Franco Morbidelli è reduce dal primo podio nella classe regina, un risultato che spera sia l’inizio di una scia positiva. “Mi sono goduto davvero tutto il weekend di Brno, sono stato veloce ed è arrivato il primo podio. Un gran feeling ed una bella iniezione di fiducia, ma sulla carta questo sarà un weekend più difficile, su una pista non così adatta alla M1. Sembra però che la Yamaha abbia dimostrato di essere veloce in ogni condizione, quindi perché non pensare che possiamo fare bene anche qui? Questa pista mi piace, ho ottenuto bei risultati, aspetto positivo. Il pubblico a Misano? È una bella notizia, ne sono contento! Ci sarà sicuramente tanto giallo [il colore di Rossi, ndr], ma spero di vedere anche parecchio verde [il suo colore, ndr] tra la gente!”

Brad Binder riparte dopo la splendida vittoria conquistata a Brno. Questo fine settimana si corre a casa di KTM, ci sarà parecchia pressione in più… “È stata una settimana davvero intensa” ha raccontato il giovane rookie con un largo sorrido. “Ma è stato fantastico vincere per la prima volta e portare il primo successo a KTM. A casa mia in Sudafrica poi il clima era davvero incredibile! Ora però dobbiamo ripartire: dobbiamo mantenerci concentrati e lavorare come sempre.” Potrebbe arrivare la pioggia questo fine settimana. “Alla fine dell’anno scorso nei test a Jerez ho completato qualche giro sotto la pioggia, ma non si può dire che abbia una vera esperienza con la MotoGP. Impareremo anche questo.”

Johann Zarco ha conquistato il primo podio dopo un lungo digiuno ed un periodo particolarmente difficile. Oltre ad essersi distinto come miglior pilota Ducati per tutto il fine settimana a Brno. “Arriviamo qui particolarmente motivati” ha dichiarato l’alfiere Avintia Racing. “Un podio porta sempre grande fiducia, così come la consapevolezza che la Ducati è veloce. Certo però devo ancora imparare a controllare bene la moto per essere ancora più competitivo, ma se ci riesco so che la Ducati può essere molto rapida. La pole è stata una sorpresa, poi in gara trovarsi vicini a ragazzi più veloci aiuta molto a capire tante cose. Vedremo ora al Red Bull Ring, un tracciato che sembra favorevole alla Desmosedici.”

Valentino Rossi è soddisfatto solo a metà di quanto fatto a Brno e punta a migliorarsi sensibilmente questo fine settimana. “La gara è stata positiva, ma abbiamo commesso alcuni errori sabato in qualifica e partito indietro. Una situazione in cui non è mai semplice recuperare. Ho passato tanto tempo assieme a Rins, siamo risaliti insieme fin quasi ad avvicinarci a Zarco, ma non ne avevo abbastanza. Dobbiamo però cercare di migliorare sabato per scattare in una posizione migliore in griglia. Il Red Bull Ring? Sulla carta non è ottimale per la M1, soprattutto considerando che la top speed non un nostro punto forte. Dovremo lavorare per essere veloci e riuscire così lottare per podio, tenendo d’occhio anche il tempo.” KTM può lottare per il titolo? “Assolutamente sì! Hanno fatto grandi passi avanti e hanno almeno tre piloti davvero veloci: possono certamente essere della partita.”

Infine parla Miguel Oliveira, autore di una bella gara in rimonta dopo un sabato piuttosto complesso. Anche lui è da tenere d’occhio in Austria. “Il weekend a Brno è andato abbastanza bene. Venerdì è stato positivo, mentre sabato c’è stato soprattutto l’incidente durante il mio giro veloce. Ci sono stati poi altri errori ed è andata male, sono partito molto indietro. Non era facile recuperare, ma sulla carta ho dimostrato di avere un ritmo da podio: possiamo essere comunque contenti del risultato finale.” Sulla prima vittoria KTM, “Ogni pilota sogna il primo successo con il team factory. Pol lo voleva tanto, visto che era lì dall’inizio. Ma posso solo fare i complimenti a Brad.” La stagione poi si chiude in Portogallo. “Sono felicissimo di avere un GP di casa! Essendo l’unico portoghese in MotoGP sarà ancora più speciale. Correremo su un circuito tecnico ma molto bello, non vedo l’ora.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Marc Marquez

MotoGP, Marc Marquez prenota il ritorno a Le Mans?

jose garcia moto3

Moto3: Suzuki fuori gioco, c’è José García per SIC58 a Barcellona

dovizioso motogp

MotoGP: Dovizioso a Barcellona da leader. Quartararo, Viñales e Mir in agguato