MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: ipotesi wild card con Ducati-VR46

Valentino Rossi chiuderà l'avventura in MotoGP al termine di questa stagione. Ma non è da escludere che lo rivedremo in griglia in sella ad una Ducati.

21 agosto 2021 - 11:18

14 novembre 2021, Valencia, sarà l’ultima volta che vedremo Valentino Rossi su una pista MotoGP. Ma nella vita nulla è scontato, soprattutto quando si parla di una leggenda nove volte campione del mondo. Di sicuro intraprenderà una nuova carriera con le quattro ruote e in DTM sono pronti a spalancargli i portoni. Presto diventerà papà di una bimba, intraprenderà una nuova avventura da team principal con il team Aramco VR46 e le sorprese saranno sempre dietro l’angolo.

Infatti Valentino Rossi potrebbe anche decidere di impegnarsi come collaudatore per il suo team VR46 e partecipare a qualche wild card nella prossima stagione MotoGP. “Ho imparato nella mia carriera che non si deve mai dire mai. In questo momento direi che non lo farò. Rispetto a Dani [Pedrosa] e Cal [Crutchlow], il mio problema è che sono più grande“, ha scherzato il Dottore dopo la gara austriaca. “Ma perché no? Mi mancherà guidare una MotoGP. Magari si presenterà l’occasione. Mi mancherà sicuramente guidare. Allora perché no? Ma in questo momento non ci sono piani“.

Vale sulla scia di Pedrosa e Crutchlow

Dani Pedrosa ha atteso diversi anni prima di decidere di partecipare ad un Gran Premio con KTM. Lo spagnolo ha effettuato molti test privati con la RC16 prima di rimettersi in griglia. Ha ottenuto buone prestazioni e non è da escludere che ci riproverà. Cal Crutchlow è ritornato in pista per forza di causa maggiore, sostituendo l’infortunato Franco Morbidelli nel doppio round austriaco. E adesso si ritrova a dover completare questo Mondiale dopo il divorzio tra Yamaha e Maverick Vinales. Il suo ultimo test con la M1 è avvenuto ad aprile e per adesso i risultati non sono entusiasmanti.

Già dal 2022 Valentino Rossi potrebbe pensare di rimettersi in gioco “part time”, per il puro spirito di divertimento. E sicuramente sarebbe un grande ritorno di marketing per il suo team, per Dorna e per l’intero mondo della MotoGP. “Una cosa è guidare una MotoGP per un test o in una giornata privata. Una gara come quella di Dani o Cal è tutta un’altra storia. Un weekend di gara completo è molto più difficile“. Ma il campione di Tavullia sembra già avere una mezza idea sull’ipotesi wild card. “Se lo facessi, lo farei su una pista che va bene per me. Sarebbe il Mugello, Misano, Barcellona o Assen“, riporta Motorsport-Total.com. Il regolamento impone un’età massima di 50 anni per salire su un prototipo. Quindi ci sarà tempo fino al 2029…

Molto più che un massaggio

1 commento

Fra4314
15:04, 21 agosto 2021

Perché no?!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

franco morbidelli motogp

MotoGP, Franco Morbidelli: “Sfida superata in maniera decente”

aleix espargaro misano motogp

MotoGP: comanda Aleix Espargaró nel day-2, Bagnaia top dei Test Misano

alex rins motogp

MotoGP, Alex Rins: “Sylvain Guintoli? Non so davvero come faccia”