MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: “Ha vinto Marquez? Guarderò la gara”

Valentino Rossi analizza la gara MotoGP al Sachsenring conclusa al 14° posto. E sulla vittoria di Marc Marquez: "Non sono la persona giusta per commentare",

20 giugno 2021 - 20:43

La tappa MotoGP del Sachsenring viene archiviata con un 14° da Valentino Rossi. Stavolta il vero problema della sua M1 era la mancanza di velocità di punta, riscontrata da quasi tutti i piloti Yamaha. Da qui al termine della stagione dovrà accontentarsi del pacchetto a disposizione, perché non ci saranno grandi cambiamenti. “Forse arriverà qualcosa dopo il test di Misano, ma il pacchetto questo sarà fino alla fine“.

A pesare sull’esito finale la quinta fila al momento della partenza. Nel warm-up aveva trovato un buon feeling, ma allo spegnimento dei semafori tutto è divenuto più difficile. “Avrei avuto bisogno di una buona partenza, ma è stata pessima e sono rimasto bloccato nel traffico. Il sorpasso è stato molto difficile”. Poi si è aggiunta l’usura delle gomme. “Negli ultimi giri ho dovuto rallentare perché sbandavo molto. Così sono arrivato 14° e ho aggiunto due punti al campionato. Speravamo che le cose andassero meglio”.

Problemi Yamaha e vittoria di Marquez

Peggio di Valentino Rossi sono andati Franco Morbidelli e Maverick Vinales, a dimostrazione che con la Yamaha qualcosa non va quando si parte troppo indietro. Ma Fabio Quartararo continua a fare la differenza. “Le sue prestazioni quest’anno sono impressionanti. È in testa al mondiale ed è in grado di affrontare i nostri problemi. Oggi anche Franco e Maverick hanno avuto tanti problemi e hanno sofferto. Se non parti molto avanti con la Yamaha, è dura“.

La M1 è una moto d’attacco più che da inseguimento. “Quando sei dietro le altre moto devi guidare in modo diverso. Questo significa che non possiamo sfruttare i punti di forza della moto e siamo lenti sui rettilinei. Per poter sorpassare devi essere molto vicino al pilota davanti al punto di frenata – spiega Valentino Rossi -. Ma perdiamo sempre dritto. Allo stesso tempo, devi sperare che quello dietro di te non ti sorpassi. È difficile“. A vincere è il rivale Marc Marquez che è tornato alla vittoria dopo un anno e mezzo, ma preferisce non commentare. “Non sono la persona giusta, dovrò guardare la gara, ma è stata molto forte“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” Bestseller su Amazon Libri

1 commento

marcogurrier_911
23:03, 20 giugno 2021

Ha perso, secondo me, una ottima occasione per porgere il tributo che merita MM dopo la vittoria di oggi: avrebbe potuto evitare di sottolineare che lui ecc ecc non essendo la persona giusta….peccato. Soprattutto durante questo che, probabilmente, è L ultimo ( L analisi della sua gara non L ho capita)

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso: una sola speranza per il ritorno

MotoGP, Zeelenberg-Razali-Stigefelt

MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli “rimandati” al II semestre

Superbike, Jonathan Rea ad Assen

Superbike, Jonathan Rea apre al sogno MotoGP: “Mai dire mai”