MotoGP, Valentino Rossi a Brno

MotoGP, Valentino Rossi: “Gomme Michelin… non è un gioco d’azzardo”

Valentino Rossi nel round MotoGP a Brno chiude davanti a Maverick Vinales e Fabio Quartararo. Sono le gomme a fare la differenza?

10 agosto 2020 - 7:12

Valentino Rossi è soddisfatto del week-end MotoGP di Brno, un po’ per il 5° posto frutto di una rimonta dal 10°, un po’ per il primo podio di Franco Morbidelli nella classe regina. “È stata una bella gara. Ovviamente in gara due a Jerez è andata meglio perché lì siamo saliti sul podio, ma nel complesso la mia prestazione è stata migliore qui. Ero veloce dall’inizio alla fine“.

Setting e gomme Michelin

Ad ostacolare la corsa al podio un pessimo Q2 che gli ha impedito di partire dalle prime file. Stavolta chiude davanti a Maverick Vinales e Fabio Quartararo, un evento apparentemente inspiegabile. “A volte le differenze sono maggiori, a volte minori. Ci sono sempre pneumatici migliori di altri. Dipende anche dallo stile di guida che hai e da come è impostata la moto. Non direi che è un gioco d’azzardo… Abbiamo fatto molta pressione sulla Michelin per avere un buon livello, e ammetto che di solito è così, ma ci sono momenti in cui si notano differenze. Non è facile, ma questo è il mondo del motociclismo”.

KTM da paura

Stavolta Valentino Rossi ha mancato il record dei 200 podi in Top Class e resta fermo a quota 199. Ci riproverà in Austria nel prossimo week-end, anche se sarà una pista favorevole ai piloti di casa. “La KTM fa paura, penso che se Pol non fosse caduto avrebbero fatto il doppio podio. La moto è molto veloce, Binder ed Espargaró stanno dando molto gas, penso che siano i favoriti per il prossimo Gran Premio. È una stagione molto frenetica“. E anche il meteo recita la sua parte, come ad esempio a Jerez. Mentre al Red Bull Ring si teme per la pioggia. “La grande differenza nelle prossime due gare sarà il tempo, perché a Jerez sembrava che fossimo nel Sahara e anche qui le temperature della pista sono state molto alte. Se piove però non sarà una buona notizie perché non mi piace correre sul bagnato“.

Il podio di ‘Morbido’

Il podio di Franco Morbidelli rende onore ancora una volta alla VR46 Academy. In tutte e tre le classi, MotoGP, Moto2, Moto3, gli allievi di Valentino Rossi stanno brillando e convalidando questo progetto a pieni voti. “Abbiamo una bella storia perché lo abbiamo portato con noi quando non era ancora nessuno, era in un vicolo cieco della sua carriera. Ha preso la strada della Supersport e della Superbike, ma abbiamo creduto in lui. Non solo io, ma anche Uccio, Carlo Casabianca e Albi, abbiamo fatto tutto il possibile per portare la Moto2 in una squadra competitiva come Marc VDS. Franco è il nostro fiore all’occhiello“.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Andrea Dovizioso e le strade per diventare campione

motogp

MotoGP, la griglia di partenza 2021: a che punto siamo

tulovic motoe cev moto2

MotoE: Lukas Tulovic sotto i ferri, sistemata la lesione alla mano destra