MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli

MotoGP, Valentino Rossi e Franco Morbidelli… una sfida di altri tempi!

Valentino Rossi e Franco Morbidelli pronti a darsi battaglia nella prossima stagione MotoGP. Ma l'amicizia di fondo tra i due sarà indelebile.

20 marzo 2021 - 8:37

Valentino Rossi e Franco Morbidelli, il maestro e l’allievo, quindici anni di differenza, 9 titoli il primo, 1 il secondo. Dalla prossima stagione MotoGP saranno affiancati (e affiatati) nello stesso box del team Yamaha Petronas SRT. Il Dottore proverà a conquistarsi la riconferma per il 2021, il giovane italobrasiliano la grande impresa iridata dopo averla sfiorata l’anno scorso. Franky è cresciuto alla corte del Vale, sin dai primi passi dell’Academy VR46 e ancor prima che fosse fondata.

Vederli nello stesso box ha il sapore di una fiaba, sia per chi è cresciuto a Tavullia, sia per i milioni di fan. E poi sarà la pista a dare i dovuti responsi: “Il mio ultimo anno? Tutto dipenderà dai risultati. Io mi sento in forma, sento di avere ancora molto da dare“, ha detto Valentino Rossi. Il primo obiettivo sarà battere il compagno di squadra, impresa ardua per entrambi. “Nel box sarò amico e rivale. Non sarà facile scindere le cose – ha ammesso Morbidelli a Sport Week -. Di sicuro è il primo che vorrò battere“.

La sfida generazionale

Due generazioni diverse, con gusti differenti, ma con lo stesso obiettivo. “Ho una tartaruga come mascotte, ma spero di non assomigliarle in tutti gli aspetti“, scherza il 42enne. Impossibile pensare a Franco come ad uno storico rivale in stile Jorge Lorenzo. Tante, troppe le giornate trascorse insieme, negli allenamenti e nella vita quotidiana. “Una volta gli ho fregato la sua R1 al Mugello, ma non sembrava molto contento. Essere compagni è una grande figata e un importante stimolo. Chi vince tra noi due? Bella domanda“.

Il gap anagrafico si riflette nei loro gusti, ma entrambi vorrebbero essere un pilota del passato: “Kevin Schwantz“. Valentino Rossi si impersonerebbe in “Terence Hill in ‘Lo chiamavano Trinità‘”; Franco Morbidelli in “Jack Sparrow“. E se uno di loro fosse nominato sindaco di Tavullia? “Faccio realizzare una pista di asfalto di fianco al Motor Ranch“, ammette il nove volte iridato. “Si può girare in moto tutti i giorni – rivela Morbidelli -, indipendentemente dal rumore“. Infine concordano entrambi nell’indicare chi sia la persona più importante della loro vita: “Mia mamma“. La sfida tra il vecchio e il bambino si preannuncia a dir poco avvincente.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto2 GP Portimao, Prove 2: Joe Roberts si conferma, 5° Bezzecchi

bagnaia motogp

MotoGP GP Portimao, Prove 2: svetta Bagnaia, Marc Marquez in top ten

MotoGP, Andrea Dovizioso nel box Aprilia

MotoGP, Dovizioso-Aprilia: progetto chiaro, contratto e wild card