MotoGP, Valentino Rossi a MIsano

MotoGP, Valentino Rossi all’ultimo test: “Ma in futuro vedremo…”

Ultimo test MotoGP per Valentino Rossi che non ha mai adorato le sessioni di prove. Ma al termine della carriera non esclude qualche giornata da tester.

23 settembre 2021 - 7:10

A Misano si è concluso l’ultimo test MotoGP di Valentino Rossi, che saluterà definitivamente il Motomondiale a Valencia il 14 novembre. Inizialmente non era prevista la sua presenza nella seconda giornata di test, visto che Yamaha non ha portato molte novità da provare. Invece ha completato una trentina di giri al mattino e 12 al pomeriggio per concentrarsi sul setting della sua M1, in vista del secondo round a Misano in programma tra un mese. Ai box c’era anche papà Graziano, uno di quelli che ha provato fino all’ultimo a far desistere il figlio dal proposito di dire addio alla MotoGP. “È stato l’ultimo a mollare. Voleva che continuassi, adesso va tutto bene, ha capito. È passato ieri e oggi per vedere qualche giro“.

Test del passato e del futuro

Tutto sommato i test non mancheranno a Valentino Rossi, da sempre considerato un “animale da gara”. “I test sono giorni importanti, ma non credo che mi mancheranno molto in futuro (ride). È un lavoro duro, sia fisicamente che mentalmente, preferisco un weekend di gara“. Nel futuro potrebbe capitare qualche giornata di test, ma più per una questione di malinconia… “Non lo so, prima devo vedere quanto mi mancherà guidare una MotoGP. Vorrei farlo ogni tanto, ma il test non è la parte migliore, questo lavoro non è uno di quei momenti indimenticabili nella carriera di un pilota. Chissà, se mi mancherà tanto guidare una MotoGP lo faremo“.

In 26 anni di carriera ricorda in particolar modo alcuni test. “Il primo che ho fatto con una 250, ma soprattutto quella con la 500 nel novembre 1999, a Jerez, c’era Jeremy Burgess ed è stato qualcosa di impressionante. Poi il primo che ho fatto con la MotoGP Honda, era a Suzuka nell’agosto 2011, dopo aver vinto la 8 Ore con Colin Edwards. E il primo che ho fatto con la Yamaha a Sepang nel gennaio 2004“.

Sprint finale di Pecco

Valentino Rossi fra poco più di una settimana ritornerà in pista ad Austin, un tracciato non troppo favorevole alle sue caratteristiche e a quelle della moto. Il rettilineo più lungo del calendario penalizzerà la mancanza di top speed della M1. Ma come tanti italiani e non solo farà il tifo per l’amico Pecco Bagnaia. “Realisticamente sarà difficile per Pecco, perché Quartararo ha già 48 ​​punti di vantaggio e restano solo quattro gare. Dovrà ripetere quello che ha ha fatto queste ultime due gare e vedere cosa farà Fabio. Il suo obiettivo deve essere quello di tenere aperto il Mondiale fino alla fine, finché sarà in suo potere ci proverà“.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

motogp valentino rossi

MotoGP: folla e poster dedicato per salutare Valentino Rossi a Valencia

Andrea Iannone ex pilota MotoGP

MotoGP, Andrea Iannone su Rai1: “Sono un uomo che vive di sfide”

MotoGP, Fabio Quartararo

MotoGP, chi fermerà Fabio Quartararò? Nessuno!