MotoGP, Valentino Rossi: “Al Buriram per salire sul podio”

Valentino Rossi in Thailandia con l'obiettivo di salire sul podio dopo il 4° posto nel 2018. Per il Dottore inizia un finale di stagione importante.

2 ottobre 2019 - 14:29

Il team Monster Energy Yamaha sbarca al Buriram con l’obiettivo di dare l’assalto al podio. Valentino Rossi e Maverick Vinales traboccano di buone intenzioni dopo aver fallito l’intento ad Aragon, per dare continuità al buon momento che si protrae dal termine della pausa estiva. Nelle ultime cinque gare stagionali bisogna spingere per conquistare il terzo posto in classifica finale MotoGP, in ballo c’è la nomea di miglior pilota Yamaha 2019.

In Thailandia Valentino Rossi può contare sul grande appoggio del pubblico e su un tracciato favorevole, dove l’anno scorso ha chiuso quarto con un ritardo di 1,5″ dal vincitore. Il Dottore è attualmente al sesto posto nella classifica dei piloti della MotoGP e, come il suo compagno di squadra, non risparmierà alcuno sforzo per ridurre il margine di 19 punti che lo dividono da Alex Rins. Inizia il tour de force asiatico con quattro Gran Premi in cinque settimane. Sul Chang International Circuit si prevede un week-end caldo e afoso che metterà a dura prova il 40enne della Yamaha.

FINALE SPRINT DI STAGIONE PER IL DOTTORE

Sarà un’altra buona occasione per testare gli aggiornamenti ereditati dopo il test di Misano. Un anno fa da qui iniziò la ripartenza della Yamaha. “Ora inizia una serie di gare che ci porteranno fuori dall’Europa – ha commentato Valentino Rossi -. L’anno scorso il weekend della gara di Buriram è stato davvero bello, perché ho concluso le qualifiche al secondo posto ed ero veloce in gara. Ho combattuto per il podio fino alla fine. Non l’ho conquistato e sono arrivato quarto, ma sono stato veloce“.

Prima di intraprendere il lungo viaggio verso Oriente Valentino Rossi si è allenato con i ragazzi della VR46 Academy al Ranch di Tavullia. Il nove volte iridato non vuole farsi trovare impreparato per questo finale di Mondiale, ben consapevole che di qui passa anche il suo futuro. Un occhio alla classifica e l’altro alla stagione 2020, quando dovrà decidere se appendere il casco al chiodo o prolungare la sua leggendaria avventura in MotoGP. Un podio o una vittoria potrebbe significare tanto: “Quest’anno l’obiettivo è di essere di nuovo veloce e provare a fare anche meglio dell’anno scorso”.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Marco Bezzecchi Motegi

Moto2, Motegi: Marco Bezzecchi, costretto al ritiro per malessere

Andrea Dovizioso a Motegi

MotoGP, Andrea Dovizioso deluso: “Non sfruttiamo le gomme nuove”

Jorge Lorenzo a Motegi

MotoGP, presidente HRC: “Vogliamo continuare con Jorge Lorenzo”