MotoGP, Marc Marquez GP Valencia

MotoGP Valencia: Marquez vince, Quartararo-Miller sul podio

La diretta del Gran Premio di Valencia, con aggiornamenti e commenti in tempo reale nel corso di tutta la giornata.

17 novembre 2019 - 14:50

Dodicesima vittoria stagionale in MotoGP per Marc Marquez a Valencia. Il Cabroncito regala la Tripla Corona alla Honda che si aggiudica il campionato piloti, costruttori e per team. Sul podio Fabio Quartararo, che si conferma miglior pilota indipendente, e Jack Miller, autore di un’ottima seconda parte di stagione. Non va oltre il 4° posto Andrea Dovizioso che vede sfumare il Mondiale per Team, complice anche la caduta di Danilo Petrucci. Non resta che concentrarsi sui test invernali di martedì e mercoledì per porre le basi del futuro.

Quinta e sesta piazza per Alex Rins e Maverick Vinales, ma il pilota Yamaha conserva il suo terzo posto in classifica piloti. Valentino Rossi autore di una gara quasi apatica termina in ottava piazza, preceduto dalla Suzuki di Joan Mir. Chiudono la top-10 i fratelli Aleix e Pol Espargarò, mentre Andrea Iannone viene scalzato dalla top-10 nelle fasi finali di gara.

Jorge Lorenzo chiude la sua carriera qui al Ricardo Tormo di Valencia dopo 18 stagioni. Il maiorchino, 13esimo al traguardo, va sotto la tribuna dei suoi tifosi dove affonda per l’ultima volta la sua bandiera. Da martedì sarà il grande assente, ma sono in molti a sperare di rivederlo in azione nel 2021.

POS # RIDER GAP
1
93
M. MARQUEZ
41:21.469
2
20
F. QUARTARARO
+1.026
3
43
J. MILLER
+2.409
4
4
A. DOVIZIOSO
+3.326
5
42
A. RINS
+3.508
6
12
M. VIÑALES
+8.829
7
36
J. MIR
+10.622
8
46
V. ROSSI
+22.992
9
41
A. ESPARGARO
+32.704
10
44
P. ESPARGARO
+32.973

MotoGP, la cronaca del GP di Valencia

-3 giri: Marc Marquez si avvia verso un altro successo che vale la Triple Crown per la Honda. Quartararo e Miller in zona podio, Dovizioso 4° non sembra avere il potenziale per poter attaccare il suo compagno di marchio. 8° Valentino Rossi, buona la prestazione di Andrea Iannone che entra nella top-10.

-7 giri: Nulla di grave per Johann Zarco che è passato prima prima nel box LCR Honda per ricostruire l’incidente. “Prima di andare al centro si è voluto scusare con i ragazzi al box. Sente dolore al perone, speriamo non sia nulla di grave. Ora gli faranno una lastra”, ha spiegato Lucio Cecchinello a Sky Sport MotoGP.

-9 giri: Franco Morbidelli cade in curva 4. Jorge Lorenzo al 14° posto è al momento in zona punti.

-10 giri: Valentino in difficoltà resta ancorato al 9° posto. Rins-Vinales rispettivamente 5° e 6° per giocarsi il terzo posto iridato.

-12 giri: Marquez saldamente in testa con quasi 8 decimi di vantaggio. Miller-Dovizioso-Rins si giocano un posto sul gradino più basso del podio. Zarco accompagnatao al centro medico del circuito di Valencia: la moto di Lecuona lo ha investito in pieno colpendolo alle gambe.

-14 giri: Cadono Lecuona, Zarco e Petrucci

-17 giri: Marquez inizia a scavare un solco dagli inseguitori: +6 decimi da Quartararo. Cade Crutchlow in curva 1.

-19 giri: out Michele Pirro per un capogiro. Valentino sempre 9°.

-20 giri: Marquez supera Quartararo, dietro incalzano Miller e Dovizioso.

-22 giri – 237 millesimi separano Fabio da Marc, 4° Dovizioso a 1,7″ da Quartararo. Buona partenza di Morbidelli 6°. Valentino Rossi non si sblocca dalla nona piazza, davanti a lui Mir e poi Vinales.

-25 giri: Marquez supera Miller e si mette all’inseguimento di Quartararo. 5° Dovizioso davanti a Vinales e Morbidelli.

-27 giri: Quartararo mantiene la testa del gruppo, alle sue spalle Miller e Marquez. 9° Valentino Rossi

14:00 – Inizia il giro di ricognizione.

13:53 – 27 i giri da compiere prima della bandiera a scacchi. Le temperature dell’asfalto sono fortunatamente salite a 16°C.

13:50 – Nove minuti alla partenza della MotoGP: ricordiamo che sarà assente Pecco Bagnaia dopo l’incidente di ieri al mattino. Il pilota Pramac dovrà saltare anche i test della prossima settimana.

Moto2, vittoria di Binder

13:15 – La vittoria va a Binder, sul podio Luthi e Navarro. Ai piedi del podio Stefano Manzi.

12:53: Luthi, Binder e Navarro nel gruppetto di testa. Inseguono Martin, Marini, Vierge e Manzi. 10° Alex Marquez che potrebbe correre la sua ultima gara in Moto2.

12:37 – Mancano 12 minuti al via della gara Moto2: Navarro, Martin, Manzi in prima fila. Marini e Di Giannantonio partiranno dalla seconda linea. In Moto3 Celestino Vietti guadagna il titolo di rookie of the year.

Moto3: Migno sul podio, vince Garcia

12:05 – Vince Garcia davanti a Migno e Artigas, 4° Suzuki.

12:00 – Artigas, Garcia, Migno e Suzuki si contendono l’ultima vittoria stagionale in Moto3. Due giri al traguardo…

11:42 – La gara Moto3 riprende con Ramirez al comando davanti a Garcia e Migno.

11:30 – Dennis Foggia via in ambulanza, ma non dovrebbe aver riportato conseguenze gravi. Week-end sfortunato per il giovane pilota dell’Academy che oggi chiude l’avventura con lo Sky Racing Team VR46. Dal prossimo anno inizia un nuovo capitolo con il team Leopard.

11:15 – In Moto3 Ramirez in testa davanti a Migno, Suzuki e Garcia. La moto di Dennis Foggia in fiamme e sventola la bandiera rossa.m Probabile macchia di olio fuoriuscito dalla moto di Canet.

11:00 – Valentino Rossi: “È stato un anno difficile a livello personale , mi aspettavo risultati migliori. Non ho raggiunto il podio nella seconda metà dell’anno. Per Yamaha è stata una stagione importante perché nel 2017 e nel 2018 abbiamo perso la strada per i nostri concorrenti. Ora possiamo essere ottimisti e migliorare la moto”.

10:24 – Andrea Dovizioso vuole puntare al podio per tentare di assicurare a Ducati almeno il Mondiale per Team. Ma molto dipenderà dalle condizioni meteo che potrebbero cambiare e mischiare un po’ le carte: “Non sono il tipo di pilota che sogna. Forse c’è una possibilità, ma in questo momento Maverick [Viñales], Marc [Márquez] e Quartararo hanno un ritmo diverso. Dobbiamo aspettare le condizioni per la gara. Sembra che il vento potrebbe diventare più forte e tutto può cambiare”

MotoGP, warm-up: Marquez e Vinales al comando

10:14. Ecco la top-10 del warm-up MotoGP di Valencia:

POS # RIDER GAP
1
93
M. MARQUEZ
1:31.136
2
12
M. VIÑALES
+0.159
3
9
D. PETRUCCI
+0.309
4
20
F. QUARTARARO
+0.395
5
21
F. MORBIDELLI
+0.448
6
4
A. DOVIZIOSO
+0.471
7
42
A. RINS
+0.486
8
36
J. MIR
+0.536
9
43
J. MILLER
+0.564
10
44
P. ESPARGARO
+0.665

10:10 – Miglior tempo di Marc Marquez in 1’31″1 davanti a Vinales e Petrucci. 11° Valentino Rossi

10:05 – Vinales passa al comando in 1’31″5 davanti a Rins e Morbidelli

10:00 – 1’31″6 per Alex Rins che firma il miglior crono provvisorio del warm-up

09:55 – Balza in testa Danilo Petrucci in 1’32″047 seguito da Rins a 71 millesimi e Rossi a due decimi.

09:52 – Honda non rilascerà nessun comunicato relativo ad Alex Marquez per rispetto di Jorge Lorenzo che corre oggi la sua ultima gara. Warm-up al via: temperature dell’asfalto intorno ai 9°C.

MotoGP Valencia, il riassunto prima del warm-up

Inizia una lunga e fredda giornata MotoGP a Valencia, dove al momento le temperature dell’asfalto sono inferiori a 7°C. Alle 09:50 via al warm-up della classe regina, in attesa della gara delle ore 14:00. Nella giornata di qualifiche Fabio Quartararo ha conquistato la sua sesta pole stagionale, miglior poleman alle spalle di Marc Marquez che ne ha segnate 10 nel 2019. Il francese del team Petronas SRT va a caccia della sua prima vittoria in classe regina per coronare una stagione da incorniciare: best rookie of the year e miglior pilota indipendente (da confermare).

Valentino Rossi ha commesso un errore di strategia nel corso della Q2 e dovrà partire dalla quarta fila. Su un tracciato da sempre poco congeniale al suo stile di guida, si prevede una gara in salita per il Dottore. Dovrà puntare quasi tutto sulla partenza, visto che il tracciato di Valencia offre pochi spunti per i sorpassi e la Yamaha M1 pecca in termini di top speed. Occhi puntati sull’ultima classifica MotoGP ancora aperta: il Mondiale per Team. Ducati è al comando ma con un vantaggio minimo di 2 punti. Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci proveranno a portare a casa un “titolo consolatorio” che a Borgo Panigale comunque manca dal 2007.

In queste ore si attende il comunicato HRC che dovrebbe annunciare l’ascesa di Alex Marquez in Repsol Honda nel 2020. O forse a cominciare già dai test di martedì e mercoledì prossimo. L’addio di Jorge Lorenzo ha lasciato una sella che scotta cui ambivano anche Cal Crutchlow e Johann Zarco. Per il francese, che ha gareggiato le ultime tre gare in LCR Honda, dopo il rifiuto di passare in Avintia, possibile il ritorno in Moto2 con Marc VDS. Oppure Yamaha potrebbe riaprire le porte per un posto da collaudatore.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Zarco: “Dopo l’addio di Lorenzo il vento è cambiato”

MotoGP, Fabio Quartararo e Maverick Vinales

MotoGP, Yamaha mea culpa: “Sull’elettronica abbiamo sbagliato”

tony arbolino mugello 2019

Tony Arbolino, la vittoria al Mugello diventa un tatuaggio