MotoGP Valencia Prove Libere 1: Marc Marquez allo scadere

Nel finale precede Jorge Lorenzo, 5° Valentino Rossi

7 novembre 2014 - 8:52

Prima sessione di prove libere al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo vissuta nel segno di Marc Marquez e di Jorge Lorenzo. Il primo, da (bi)Campione del Mondo in carica, con un ultimo giro veloce in 1’31″296 si è preso proprio allo scadere il miglior riferimento cronometrico lasciando a 193 millesimo il connazionale Lorenzo, secondo dopo aver di fatto comandato sostanzialmente tutta l’inaugurale sessione di prove libere del Gran Premio de la Comunitat Valenciana. Si prospetta un avvincente duello tra i due e, nel caso del maiorchino, con interessi di classifica: a 471 millesimi dalla vetta di colloca in quinta posizione Valentino Rossi, l’ultimo tra i piloti scesi sotto il muro dell’1’32”, preceduto anche da Aleix Espargaro (3° alla sua ultima presenza con Forward e con l’ausilio della gomma posteriore di mescola ‘Soft’) e dal pluri-vincitore a Cheste Dani Pedrosa, quarto con la seconda Honda RC213V Factory Spec.

Chiude in sesta piazza invece Bradley Smith che, oltre al proprio compagno di squadra Pol Espargaro (9°), ha avuto ragione di due Ducati: la GP14.2 ufficiale di Andrea Dovizioso (7°), la GP14 “Open” dell’Avintia Racing condotta da Hector Barbera, di casa a Valencia ed autore di un sensazionale ottavo crono assoluto a soltanto 0″857 dalla vetta. Sale invece a 1″2 il gap per Michele Pirro, positivo decimo da wild card, meglio oltre che di Stefan Bradl (11°) anche di Cal Crutchlow (13°) e Andrea Iannone, 15° al rientro dop la sosta forzata di Sepang.

Se Alex De Angelis (Forward Yamaha, futuro in Iodaracing) è 18° con Danilo Petrucci (ART Ioda, passerà in Pramac Ducati) 21°, doveroso spazio alle due grandi novità del weekend: al debutto in gara la Suzuki GSX-RR ufficiale condotta da Randy De Puniet è 16° in 1’33″345 a poco più di 2″ dal best lap di Marquez, con la Honda RC213V-RS “Open” Hiroshi Aoyama è invece 20° a 2″4.

MotoGP™ World Championship 2014
Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo, Classifica Prove Libere 1

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’31.296 (Factory)
02- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.193 (Factory)
03- Aleix Espargaro – NGM Forward Racing – Forward Yamaha – + 0.344 (Open)
04- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.351 (Factory)
05- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.471 (Factory)
06- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.723 (Factory)
07- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 0.775 (Factory) *
08- Hector Barbera – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 0.857 (Open)
09- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.859 (Factory)
10- Michele Pirro – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 1.203 (Factory) *
11- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.248 (Factory)
12- Yonny Hernandez – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.402 (Factory) *
13- Cal Crutchlow – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 1.404 (Factory) *
14- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.415 (Factory)
15- Andrea Iannone – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 1.541 (Factory) *
16- Randy De Puniet – Team Suzuki MotoGP – Suzuki GSX-RR – + 2.049 (Factory) *
17- Scott Redding – GO&FUN Honda Gresini – Honda RCV1000R – + 2.177 (Open)
18- Alex De Angelis – NGM Forward Racing – Forward Yamaha – + 2.227 (Open)
19- Nicky Hayden – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 2.237 (Open)
20- Hiroshi Aoyama – Drive M7 Aspar – Honda RC213V-RS – + 2.415 (Open)
21- Danilo Petrucci – Octo Iodaracing Team – ART GP14 – + 2.524 (Open)
22- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Honda RCV1000R – + 2.678 (Open)
23- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia – + 3.097 (Open)
24- Broc Parkes – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia – + 3.980 (Open)
25- Mike Di Meglio – Avintia Racing – Avintia GP14 – + 4.311 (Open)

* ‘Factory’ con concessioni ‘Open’

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022

Luca Marini MotoGP

MotoGP, Valentino Rossi: “L’anno prossimo vedremo un altro Luca”

Valentino Rossi e Luca Marini

Valentino Rossi, chapeau di Lewis Hamilton: “Non si è mai arreso”