alex rins motogp

MotoGP: una leggera infiammazione alla spalla per Alex Rins

Una leggera infiammazione ad una spalla per Alex Rins. Questo il risultato degli esami svolti, ma in pochi giorni sarà di nuovo in forma.

5 maggio 2021 - 15:18

Qualche guaio fisico con cui fare i conti in questo periodo per alcuni piloti MotoGP. Tra loro c’è anche Alex Rins, che ha accusato qualche fastidio ad una spalla in seguito ad una caduta nelle FP4 del GP di Spagna. Il pilota Suzuki ha chiuso anzitempo i test di lunedì ed ha preferito sottoporsi a tutti gli esami di rito per essere certo che non ci fosse alcuna lesione. Fortunatamente non ne è uscito nulla di serio e lo spagnolo si rimetterà presto.

Come comunicato dalla squadra, Alex Rins ha riportato una leggera infiammazione, che è stata trattata con un’infiltrazione. “Avverto un dolore simile a quello accusato l’anno scorso, anche se meno intenso” aveva raccontato il pilota lunedì. Ora ha bisogno di riposo, ma ci si attende il suo pronto recupero in pochi giorni, in modo da continuare senza ulteriori intoppi la preparazione per la tappa a Le Mans. Per il momento tutto procede secondo i piani e ci si attende un Rins ancora più determinato a rifarsi dopo due GP complicati da cadute.

A Portimao infatti il #42 è caduto mentre stava cercando di insidiare Quartararo per la vittoria. Pochi giorni fa infine, scattato dalla nona casella in griglia di partenza, è di nuovo scivolato durante la corsa. È riuscito a ripartire, ma ha chiuso il GP di Spagna in coda alla classifica. C’è ancora più voglia di rivalsa nella prossima corsa in Francia ed il pilota spagnolo vuole arrivarci in forma, determinato a dimenticare le gare precedenti ed a lottare per le prime posizioni.

Foto: Team Suzuki Ecstar

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jorge Lorenzo

MotoGP, Jorge Lorenzo sonda il paddock: “Vorrei lavorare qui”

MotoGP, LCR Honda Team 2021

MotoGP, LCR Honda: a fine stagione si ritira il direttore sportivo

MotoGP, Max Biaggi

MotoGP, Max Biaggi: “Nessun confronto tra Bastianini e Marini”