MotoGP, Danilo Petrucci e Valentino Rossi

MotoGP, tre piloti italiani sulla graticola del mercato

La MotoGP 2020 sarà condizionata dal mercato piloti. Valentino Rossi, Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso rischiano di restare fuori dai giochi

16 gennaio 2020 - 13:48

La stagione 2020 di MotoGP sarà a dir poco esaltante in pista e dietro le quinte. Il mondo del paddock è già in fermento per il mercato piloti, i colloqui sono iniziati da mesi e al termine dello “scambio di coppie” qualcuno potrà restare fuori dai giochi. Sulla graticola due, o forse tre, piloti italiani.

VALENTINO ROSSI

L’età gioca a sfavore di Valentino Rossi con i suoi 41 anni il prossimo febbraio. Molto dipenderà dalle prime sensazioni nei test di Sepang e Losail, poi dalle prime gare. Yamaha ha fretta di mettere nero su bianco per evitare sottrazioni di mercato che potrebbero costare caro. Ducati da tempo corteggia Fabio Quartararo e Maverick Viales, un tira e molla troppo lungo potrebbe spingere qualcuno a fare le valigie. La scuderia di Iwata lascia porte aperte al campione di Tavullia, ma occorrono risultati e podi da subito. Solitamente Qatar, Argentina e Stati Uniti sono stati territorio di conquista per Valentino Rossi. L’ultimo podio risale proprio al round texano, prima del digiuno lungo ormai 16 GP. Per l’ultimo trionfo bisogna risalire al 2017 ad Assen. Sarà davvero disposto a “retrocedere” in Petronas SRT nel 2021 pur di restare in MotoGP?

DANILO PETRUCCI

Il pilota umbro ha avuto una carriera “sui generis”. Approda in classe regina senza passare dalle classi inferiori. Nel 2019 si merita il team ufficiale Ducati dopo sette stagioni in team satelliti e collezionando sei podi. Con il team factory ha conquistato la prima vittoria in MotoGP, ha fatto sognare milioni di italiani, ma non basta. Nella seconda parte di campionato ha deluso ogni aspettativa e Ducati non può permettersi il lusso di gareggiare con un alfiere lontano dal podio. Danilo Petrucci si gioca una bella fetta di carriera: in caso di default rischia di restare fuori dalla Top Class. Sono molti a volerlo vedere all’opera in SBK.

ANDREA DOVIZIOSO

Il vicecampione del mondo merita un discorso a parte. Il rinnovo con Borgo Panigale sembra scontato, nessuno conosce la Desmosedici GP meglio di lui. Sempre secondo nelle ultime tre stagioni, un risultato non da poco considerando che davanti c’è il fenomeno Marc Marquez. Ma nel mercato piloti, la storia insegna, tutto può accadere. Una somma non soddisfatta, richieste non esaudite… A quel punto Andrea Dovizioso (34 anni a marzo) potrebbe anche annunciare l’addio a sorpresa. Ma tutto lascia propendere per un prolungamento di contratto.

GLI ALTRI

Per Pecco Bagnaia e Franco Morbidelli non dovrebbero esserci problemi a rinnovare con i rispettivi team Pramac Racing e Petronas SRT. Discorso al momento dubbio per Andrea Iannone, fino a quando non si conoscerà l’entità dell’eventuale squalifica dopo il caso doping.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso

MotoGP, Ducati-Andrea Dovizioso: divorzio se non vince

lopez moto3

Moto3: Alonso López, la ripartenza a Brno dopo il malore a Jerez

alex marquez motogp

MotoGP, Alex Márquez: “Sfruttare a Brno quanto imparato a Jerez”