rabat motogp

MotoGP, Tito Rabat: “Johann Zarco lotta solo in pista, non fuori”

Tito Rabat contento dell'arrivo di Johann Zarco in Avintia. "Un vantaggio per entrambi." E per il 2020: "Márquez e Dovizioso favoriti, ma Rossi e Mir..."

5 luglio 2020 - 18:35

In un periodo particolarmente folle per quanto riguarda il mercato piloti, Tito Rabat è uno dei pochi che ha già in tasca un contratto per il 2021. Il pilota spagnolo, che ricordiamo ha vissuto un grave infortunio nel 2018, è tornato ad allenarsi a pieno regime dopo il lungo lockdown, che però per lui è stato positivo a livello fisico, visto che qualche acciacco c’è ancora. Dovrà approfittare del maggior supporto fornito da Ducati e confrontarsi con il nuovo compagno di box, Johann Zarco.

“Sono riuscito a batterlo nell’ultimo giorno di test!” ha commentato ridendo Rabat nel corso di un’intervista a DAZN. “Il compagno di squadra è sempre il primo rivale. Certo, poi è venuto a farmi i complimenti, ma non penso fosse così contento…” ha continuato scherzando. Ma vede di buon occhio l’arrivo del pilota francese nel team Avintia per questa stagione. “Ne sono felice. Ducati ha puntato su di lui e questo è un vantaggio anche per me. Ma soprattutto è un ragazzo che lotta solo in pista, non anche fuori come fanno altri… Andremo d’accordo.”

Ma quando si esce dal box tutti sono avversari, quindi serve dare il massimo. “Lui [Zarco] parte ed è subito veloce. Quindi mi dico ‘Dacci dentro, si può fare’. So di avere ritmo ed un buon livello, ma mi manca la prima parte di gara ed un po’ di esplosività, la sto ancora cercando.” Ma è convinto di poter fare importanti passi avanti. “Se in squadra riusciamo a lavorare bene possiamo avvicinarci. Nei test in Qatar abbiamo visto che i distacchi sono piuttosto ridotti. Ci saranno i più rapidi, ma poi nel gruppo siamo molto simili.”

Si ricomincia da Jerez, un tracciato che a lui piace molto: ricordiamo che ha vinto la sua prima gara. “Due gare consecutive saranno una grande opportunità, soprattutto per piloti come me” ha affermato Rabat. “Dispiace purtroppo correre senza gente sugli spalti, le emozioni non saranno le stesse, anche se almeno corro in casa.” I suoi favoriti per il 2020? “Sicuramente Marc Márquez ed Andrea Dovizioso saranno protagonisti, ma potrebbero esserci sorprese anche da parte di Valentino Rossi o Joan Mir.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci: “Morbidelli può diventare un problema”

MotoGP, Maverick Vinales e Alex Rins

MotoGP, fine stagione aperto e anteprime dalla prossima edizione

Valentino Rossi MotoGP 2020

Valentino Rossi conteso da Ford e Hyundai: sarà un finale da rally!