fabio quartararo

MotoGP, Test Valencia: Giorno 1, trio Yamaha al comando

Quartararo, Viñales e Morbidelli al comando nel primo giorno di test a Valencia. Esordio dei rookie, primi prototipi 2020 in pista.

19 novembre 2019 - 17:05

Si comincia a fare sul serio per il prossimo campionato. Piloti e tester MotoGP sono in azione a Valencia per i primi test ufficiali che aprono la nuova stagione. In termini di riferimenti cronometrici, in testa abbiamo Fabio Quartararo, a precedere Maverick Viñales e Franco Morbidelli. Non mancano alcune cadute, ma è la prima occasione per vedere in pista quelle che diventeranno le nuove moto. L’attività riprende mercoledì, si corre sempre dalle 10:00 alle 17:00. Il racconto live del primo giorno. Il resoconto della mattina

Prima giornata con già tante novità in pista: abbiamo i primi prototipi 2020, debuttano i rookie, non mancano i tester. Il 2019 si è chiuso appena due giorni fa, ma è già alle spalle: tutti gli sforzi sono concentrati sulla prossima stagione. Non mancano anche ben tre (seppur brevi) bandiere rosse nel corso della giornata per incidenti di Smith, Marc Márquez e Quartararo. Oltre a loro cadono anche Alex Márquez, Lecuona e Bradl.

In casa Honda il tester Bradl, il campione MotoGP Márquez e Crutchlow provando il prototipo 2020 della RCV. L’esordiente Alex Márquez, schierato in questa occasione nel box LCR, invece è in azione con la Honda 2019. Stesso discorso per il rookie KTM, Brad Binder, che completa la sua prima giornata con la RC16 di quest’anno. Pol Espargaró invece porta in pista il primo prototipo 2020, con una grande novità in termini di telaio. In Tech3, Lecuona continua il processo di adattamento dopo l’esordio anticipato nel GP a Valencia. Suo compagno di box in questa occasione è il tester Pedrosa, anche lui impegnato in test col nuovo telaio.

Per quanto riguarda Suzuki, si lavora su telaio e motore della GSX-RR: le maggiori novità però arriveranno a Sepang. In Yamaha debutta la M1 2020: sia Viñales che Rossi, dopo aver realizzato i primi giri con la versione 2019, si sono concentrati soprattutto sulle novità. Per quanto riguarda il duo Petronas, prove su forcellone in carbonio (da Quartararo confrontato con quello in alluminio). Gli aggiornamenti al motore arriveranno a Jerez. In Ducati c’è ottimismo: provato un nuovo telaio, che sembra aiutare Dovizioso in entrata in curva, uno dei talloni d’Achille della D16 di quest’anno.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo ritorna a Lugano: tempo di affari e incognita MotoGP

MotoGP, Andrea Dovizioso e Marc Marquez

MotoGP, Dovizioso provaci ancora: Marquez obiettivo non impossibile

miguel oliveira tech3

Miguel Oliveira: “MotoGP in Portogallo? Un sogno, ma…”