petrucci motogp qatar-2

MotoGP Test Qatar: vento e sabbia per l’ultimo giorno. La classifica finale

Ultima giornata di test MotoGP nulla per forte vento, alte temperature e molta sabbia in pista. I tempi dei tre giorni e la cronaca.

12 marzo 2021 - 18:44

Si sono chiusi con una giornata praticamente nulla gli ultimi test in Qatar. Forte vento e tanta sabbia in pista hanno tenuto tutti i piloti MotoGP fermi al box, anche se alcuni ha messo a referto qualche tornata. Il più ‘attivo’ è stato Danilo Petrucci con nove giri ed il miglior crono in una classifica di appena cinque piloti. Fine dei lavori quindi, manca davvero poco per iniziare a fare sul serio: nel fine settimana dal 26 al 28 marzo infatti scatta il primo GP dell’anno, si corre proprio qui a Losail.

Ricordiamo i dischi anteriori Brembo visti in questa occasione sulla Desmosedici di Michele Pirro (qui il focus). Buone notizie per i piloti Ducati: Jack Miller, autore del miglior crono assoluto, e Francesco Bagnaia hanno apprezzato le novità aerodinamiche. Ricordiamo di Johann Zarco il nuovo record assoluto di velocità in 357,6 km/h, mentre per i rookie è stata una prima importante occasione per provare la MotoGP (qui i commenti di Bastianini e Marini). In casa Yamaha c’è soddisfazione soprattutto per il nuovo telaio (qui le parole di Viñales), oltre a qualche prova di carena. Il duo Monster Yamaha più Morbidelli hanno chiuso infatti il secondo giorno in vetta, mentre Rossi ha realizzato il suo miglior giro personale a Losail.

Per KTM, prove soprattutto con Dani Pedrosa, in azione con un nuovo forcellone ed un differente scarico. Quello che forse ci si aspettava meno era vedere i piloti della casa austriaca sempre fuori dalla top ten. Certo nei test i tempi contano fin là, ma l’impressione è che ci siano ancora parecchie cose da sistemare per avvicinarsi ai primi. C’è chi sospetta per le Suzuki si stiano nascondendo, come Jack Miller. Joan Mir ha ammesso qualche difficoltà per quanto riguarda la velocità di punta, ma sia lui che Alex Rins, oltre alle novità per questa stagione, hanno lavorato anche in ottica 2022.

In casa Aprilia c’è un Aleix Espargaró particolarmente soddisfatto dei progressi compiuti, mentre il rookie Lorenzo Savadori ha dovuto fare i conti con una lesione ad una spalla che gli ha complicato il lavoro. Test complessi per Honda, che ha registrato un gran numero di incidenti per i suoi piloti. Alex Márquez ha riportato anche una microfrattura al piede destro. Tanti test in particolare per il collaudatore Stefan Bradl e per Takaaki Nakagami, soprattutto su forcellone e telaio. Quello che invece spicca è il feeling sempre migliore tra Pol Espargaró e la RCV: ieri c’è stata anche una simulazione gara con tempi interessanti e molto costanti.

La classifica di giornata 

 

La classifica combinata

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, circuito di Misano

MotoGP, meccanico espulso dal paddock: test PCR falsificato

daniel holgado moto3

Moto3: Daniel Holgado a Misano e Portimao al posto di Öncü

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi: il commiato di mamma Stefania e papà Graziano