Misano World Circuit

MotoGP, Test Misano: Dovizioso in pista nel pomeriggio, Oliveira KO

Quartararo al comando nella prima parte di giornata di test a Misano, davanti a Rossi e Pirro. Rientra anche Mir, OK Dovizioso, Oliveira si ferma.

29 agosto 2019 - 13:15

Si chiude la prima sessione di giornata per i test MotoGP al Misano World Circuit. Le prime notizie sono che Quartararo è regolarmente in pista e ha realizzato il miglior crono, davanti a Rossi e Pirro. Mir rientra dopo il terribile incidente a Brno, mentre Dovizioso supera i controlli ma scenderà in pista nel pomeriggio. Da valutare anche le condizioni fisiche di Lorenzo, Oliveira costretto invece a fermarsi anzitempo. Vediamo cos’è successo.

La giornata non inizia nelle condizioni migliori, dovute soprattutto al fatto che ha piovuto nella giornata di mercoledì. Ci vuole un po’ quindi prima di iniziare a vedere i piloti in azione, anche se non tutti scenderanno in pista in mattinata. Pur presente in classifica, non è sceso per ora in pista il tester KTM Pedrosa: gli unici collaudatori al lavoro questa mattina a Misano sono Bradl per HRC e Pirro per Ducati.

Suzuki si presenta con la sua coppia di piloti titolari: accanto a Rins infatti torna Mir. Il rookie spagnolo effettua le prime prove per valutare le sue condizioni fisiche dopo l’importante incidente nei test a Brno. Quartararo è regolarmente in pista fin da subito, non riportando particolari conseguenze dopo il botto con Dovizioso a Silverstone. Il ducatista invece in mattinata rimane ai box, pronto per entrare in azione nel primo pomeriggio, dopo la pausa. Accanto a lui c’è anche il fisioterapista Fabrizio Borra.

KTM invece perde un suo pilota dopo pochi giri: Oliveira risente ancora dell’incidente con Zarco in Gran Bretagna e si ferma presto. In quell’occasione ha riportato infatti una lesione al tendine della spalla destra, che non gli permette di continuare i test. Tanto lavoro in programma per Yamaha in questi giorni. Si comincia con il test su un nuovo forcellone in carbonio, oltre a lavorare sul nuovo scarico, ma si pensa anche al motore 2020.

Per quanto riguarda Honda, prove in due direzioni. Márquez è apparso in pista anche con un nuovo prototipo tutto nero, continuando il lavoro di sviluppo per la prossima stagione. Per il leader iridato anche un incidente alla curva 14, senza particolari conseguenze. Dall’altra parte del box, Lorenzo cerca di tornare in forma dopo l’infortunio alle due vertebre riportato ad Assen.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi ci scherza su: “Servono sette evoluzioni di motore”

MotoGP, Johann Zarco

MotoGP, Dovizioso e Miller danno il benvenuto a Zarco

fenati test privati jerez

Moto2-Moto3: La pioggia pone fine ai test a Jerez