Test MotoGP Catalunya 2021

MotoGP Test Catalunya: Honda cerca la svolta, in pista fino alle 18:00

La MotoGP al lavoro sul circuito di Catalunya per una giornata di test IRTA. Occhi puntati sulla Honda, Valentino Rossi: "Non faranno la differenza".

7 giugno 2021 - 10:54

All’indomani del Gran Premio di Catalunya la classe MotoGP ritorna in pista per una giornata di test IRTA dalle 10:00 alle 18:00. Sarà un’occasione “cruciale” per Honda che cerca di risolvere i problemi di grip. Marc Marquez e gli altri colleghi di marca sperano che questo lunedì a Barcellona porti grandi progressi, pur consapevoli che sarà difficile apportare una svolta improvvisa. “Dobbiamo mettere in forma la moto, non puoi competere in gara con la moto attuale – spiega Taka Nakagami -. Dopo il 13° posto sono solo deluso e spero che lunedì non piova”.

Due settimane fa Stefan Bradl ha compiuto 200 giri a Jerez testando nuove parti che ora sono a disposizione dei colleghi durante il test odierno. Nelle scorse settimane ogni pilota ha utilizzato differenti strategie in termini di telaio e tra i reparti di Pol Espargarò e Marc Marquez pare non ci sia massima condivisione dei dati. “Dal momento che perdiamo in accelerazione su tutti i rettilinei non abbiamo la velocità massima che vogliamo. E questa difficoltà aggrava gli svantaggi quando si tratta della distanza di gara di 24 giri“. Ma da tempo in Honda non è stata trovata una soluzione valida per tutti, quindi la fiducia è limitata.

Box Yamaha e KTM

In casa Yamaha non ci saranno grosse novità, ma si continuerà a lavorare sugli ultimi aggiornamenti. “Arriviamo a questo test in modo diverso rispetto ai precedenti giorni di test e faremo un lavoro diverso. Vogliamo continuare sulla strada che abbiamo scelto“, ha affermato Maverick Vinales. Sarà un’occasione utile anche per affinare la collaborazione con il nuovo capotecnico Silvano Galbusera che ha esordito al suo fianco nel venerdì al Montmelò. E per Valentino Rossi cosa rappresenta questo lunedì? La risposta è lapidaria: “Non credo che i test facciano la differenza“.

Danilo Petrucci e Iker Lecuona hanno chiuso con una caduta la gara domenicale. Entrambi aspettano di provare il nuovo telaio KTM che ha permesso di fare un decisivo step ai piloti factory. “So che abbiamo qualcosa di nuovo, ma non lo so perché ci siamo concentrati sul Gran Premio“, ha commentato uno sconsolato Iker Lecuona. Da Mattighofen arriveranno nuove componenti, ma nulla di stravolgente. “So che abbiamo diverse cose da testare – ha annunciato Brad Binder -. Dovremo seguire il nostro intero piano per vedere cosa possiamo fare. Ma probabilmente lavoreremo nella stessa direzione del Mugello“.

Box Ducati e Aprilia

Pecco Bagnaia e Ducati sfrutteranno questa giornata per capire dove poter migliorare la Desmosedici. La potenza del motore è il punto forte, ma con scarso grip il pilota piemontese ha riscontrato più difficoltà del previsto. “Voglio essere il primo a scendere in pista domani mattina per iniziare a lavorare. Dobbiamo migliorare i miei tempi sul giro e il mio passo quando il livello di grip è basso“.

Aprilia e Aleix Espargarò hanno rimediato il secondo zero in questa stagione MotoGP. Ma c’è grande ottimismo in vista dei prossimi appuntamenti. “Sì, l’Aprilia sta funzionando, infatti al Mugello avevamo già un motore con qualche giro in più, ma Ducati e KTM fanno un altro campionato quando mettono la moto a posto. Ma non solo noi, anche Yamaha e Suzuki, penso che siamo a un livello simile con loro – ha sottolineato il pilota catalano -. In allenamento siamo competitivi perché andiamo con poco gas e possiamo fare la nostra traiettoria, ma quando c’è poco grip e il serbatoio pieno… la Ducati e la KTM sembrano dragster”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

sasaki moto3

Moto3: Ayumu Sasaki ancora unfit, salta anche la tappa ad Assen

salac prustelgp moto3

Moto3: Filip Salac e PrüstelGP di nuovo insieme dal GP di Stiria

Moto3: Snipers Team, addio a Salac. Ad Assen arriva Alberto Surra