motogp portimao

MotoGP, test ad ottobre a Portimão con piloti e tester, compreso Lorenzo

Programmati due giorni di test a Portimão ad inizio ottobre. Al lavoro i tester (Pirro, Pedrosa, Bradl, Lorenzo), presenti anche piloti ufficiali ma con moto stradali.

17 settembre 2020 - 15:58

Il finale di stagione MotoGP quest’anno sarà a Portimão, tracciato sul quale i piloti della classe regina non hanno mai corso. Per questo sono stati programmati due giorni di test al Autodromo Internacional do Algarve, precisamente mercoledì 7 e giovedì 8 ottobre, ovvero pochi giorni prima del Gran Premio di Francia. Vediamo tutti i presenti in questa occasione.

Ci saranno i collaudatori delle varie squadre. Parliamo di Michele Pirro (Ducati) Dani Pedrosa (KTM), Stefan Bradl (Honda), Lorenzo Savadori ad alternarsi con Bradley Smith in casa Aprilia. Tornerà in azione in questa occasione anche Jorge Lorenzo (Yamaha), che non gira con la M1 dai test a Sepang di febbraio, ovvero prima dello stop. Questi svolgeranno il lavoro principale per le squadre. Non mancherà anche un buon numero di piloti ufficiali, anche se questi gireranno solo con moto stradali.

La lista provvisoria dei piloti MotoGP presenti

Andrea Dovizioso (Ducati Team)
Jack Miller (Pramac Racing)
Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP)
Brad Binder (Red Bull KTM Factory Racing)
Takaaki Nakagami (LCR Honda Idemitsu)
Miguel Oliveira (Red Bull KTM Tech3)
Pol Espargaró (Red Bull KTM Factory Racing)
Johann Zarco (Esponsorama Racing)
Francesco Bagnaia (Pramac Racing)
Aleix Espargaró (Aprilia Racing Team Gresini)
Alex Márquez (Repsol Honda Team)
Iker Lecuona (Red Bull KTM Tech3)
Bradley Smith (Aprilia Racing Team Gresini)
Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Il casco di Valentino Rossi a MIsano-2

Casco di Valentino Rossi: il tifoso fortunato esce allo scoperto

Valentino Rossi a MIsano

MotoGP, ecco cosa ho visto al GP di Misano-2 dalla Brutapela Gold

moto2 fernandez gardner

Moto2: Raúl Fernández, il ‘regalo’ a Remy Gardner può valere il titolo?