nakagami motogp

MotoGP Teruel: La prima pole position di Takaaki Nakagami

Il rinnovo, il miglior tempo nelle libere, ora la pole position. Takaaki Nakagami continua a brillare, in prima fila Franco Morbidelli ed Alex Rins.

24 ottobre 2020 - 15:35

Dal 2017 Takaaki Nakagami non conquistava una pole position (dal 2018 non succedeva per LCR Honda). Allora però era in Moto2, nel corso del GP del Giappone, mentre stavolta è in MotoGP. Continua il gran fine settimana del pilota giapponese, fresco di rinnovo con HRC e velocissimo fin dalle prime libere del venerdì. Riscritta la storia: è il primo pilota del Sol Levante in pole da Makoto Tamada nel 2004! Seconda casella per Franco Morbidelli, miglior qualifica dell’anno per Alex Rins, che completa la prima fila. Più indietro invece i primi due in classifica generale: Fabio Quartararo è 6°, 12° il leader Joan Mir.

Q1: P.Espargaró e Zarco allo scadere

La prima notizia è vedere proprio tutte le Ducati al via in questa sessione, Bagnaia al via con la tuta rovinata per la scivolata nelle ultime libere. Sono solo due i posti disponibili per passare il turno, certo non sarà semplice… Assieme a loro il duo Aprilia, le KTM del team factory e Bradl (caduto anche lui nelle FP4). Battaglia serrata fino all’ultimo: Miller e Pol Espargaró rimangono a lungo davanti, ma è solo alla bandiera a scacchi che abbiamo la classifica definitiva. L’alfiere KTM passa, stampando il miglior crono, ma ecco il colpo di reni finale di Johann Zarco, che si piazza in seconda posizione e va in Q2. Unica Ducati ad accedere al secondo turno, tutti gli altri sono fuori.

Q2: arriva Takaaki Nakagami! 

Ecco la lista completa dei 12 piloti, scatta la lotta per la pole position del GP di Teruel. Fin da subito appare chiaro che la prima casella in griglia è alla portata di chiunque: si infiamma da subito la battaglia. Ma chi brilla in particolare è Takaaki Nakagami, che giro dopo giro diventa l’unico a scendere sotto il muro di 1:47 con un ultimo giro impressionante. Ci prova Franco Morbidelli, ma si ferma a 63 millesimi, mentre all’ultimo ecco Alex Rins, che realizza la sua miglior qualifica stagionale. Caduta finale per Johann Zarco, che non riesce a migliorarsi ed anzi perde la prima fila provvisoria. Classifica in parte stravolta per bandiere gialle, ma i tempi vengono poi rimessi: ecco la top 12 definitiva.

 

1 commento

fzanellat_12215005
19:07, 24 ottobre 2020

Dovi non ha feeling e la sua posizione non gli permette di poter far errori in partenza.Il 7°-8° posto è fattibile ma
se gli altri contendenti al titolo fanno punti pesanti si mette malissimo.Con questa velocità non fa ben sperare
nemmeno Valencia.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi in Argentina

Valentino Rossi: “Diego Armando Maradona nell’elite di tutti gli sport”

moto2 moto3 jerez

Moto2-Moto3, la stagione 2021 è già cominciata con i primi test

MotoGP, Joan Mir champion 2020

MotoGP, Joan Mir: “Ho soffiato il podio n°200 a Valentino Rossi”