motogp michelin catalunya

MotoGP, Taramasso: “Stesse gomme previste per Barcellona a giugno”

Michelin verso il GP MotoGP in Catalunya. Gamma che prevede tutte le posteriori asimmetriche. Taramasso: "Andare a Barcellona in autunno? Strano, ma le gomme non cambiano."

22 settembre 2020 - 11:37

Dall’Italia alla Spagna senza interruzioni. Sono settimane frenetiche per il Mondiale MotoGP, che si appresta a vivere l’ultimo round di questa tripletta tra Misano e Barcellona. Per la classe regina e per Michelin si tratta dell’ottavo Gran Premio, ad indicare ormai il giro di boa di questa complicata stagione 2020. Questo weekend si corre al Circuit de Barcelona-Catalunya, caratterizzato da una superficie molto abrasiva, curve veloci, un rettilineo di oltre un chilometri e cambi di elevazione. Dopo la prova-pubblico nel doppio evento italiano, si torna a competere a porte chiuse.

Originariamente previsto per giugno, il Gran Premio di Catalunya è stato poi spostato in questo periodo per l’emergenza sanitaria. Si corre in un periodo ‘inconsueto’ per il Motomondiale, anche se non ci si attendono condizioni climatiche molto diverse da quelle che i piloti avrebbero trovato mesi fa. Michelin in ogni caso si prepara ad ogni evenienza. Come sempre saranno disponibili tre mescole slick, ovvero morbida, media e dura, ma con una differenza nella costruzione. L’anteriore hard e tutte le posteriori infatti presenteranno una struttura asimmetrica con una spalla destra più dura, per affrontare al meglio le 8 curve a destra della pista. In caso di pioggia, gomme rain nelle mescole soft e medium, con entrambe le posteriori dalla struttura asimmetrica.

“È strano andare a Barcellona in autunno e non in primavera” ha ammesso Piero Taramasso, Manager Michelin Motorsport. “Ma non ci aspettiamo condizioni molto diverse. La nostra gamma di pneumatici quindi è la stessa prevista originariamente per la precedente programmazione in calendario. Il tracciato è piuttosto impegnativo per le gomme, visto il suo layout che comprende curve veloci, un lungo rettilineo, frenate violente ed anche particolare stress sul lato destro a causa delle lunghe curve in questa direzione. La pista di Barcellona in sostanza ha un po’ di tutto, ma abbiamo le gomme giuste per questo.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

binder marquez lecuona motogp

MotoGP, la lotta tra rookie: Binder-Márquez appaiati al comando

kaito toba moto3

Moto3: Kaito Toba, il ritorno. “Concentrato e calmo, mi sono divertito”

garcia aspar moto3

Moto3 UFFICIALE Sergio García passa ad Aspar Team nel 2021