MotoGP Misano, Valentino Rossi

Tanti auguri Valentino Rossi: 42 anni e una storia ancora da scrivere

Valentino Rossi compie 42 anni, più della metà trascorsi nel paddock del Motomondiale. Nella prossima stagione MotoGP si attendono grandi annunci.

16 febbraio 2021 - 10:12


“Tanti auguri Vale” sarà il tormentone di oggi. Valentino Rossi compie 42 anni, sarà una festa molto ristretta a causa della pandemia Covid-19, un mostro che ha già conosciuto nella scorsa stagione MotoGP. La positività rilevata a metà ottobre, due Gran Premi saltati, il ritorno in fretta e furia a Valencia nel sabato del Gran Premio d’Europa. Il più bel regalo sarebbe mettere definitivamente nel cassetto il 2020. Il passaggio alla squadra satellite annunciato con largo anticipo, un solo podio, tre cadute consecutive, il motore in fumo a Jerez, la positività della fidanzata Francesca e dell’amico Uccio. Ma anche qualche soddisfazione: l’ascesa di suo fratello Luca Marini in classe regina dopo il secondo posto in Moto2. I passi avanti nelle gare endurance nella 12 Ore del Golfo. E, soprattutto, Franco Morbidelli che si è confermato vicecampione del mondo.

La VR46 Academy è forse la più grande soddisfazione professionale degli ultimi anni. Da qui ripartiranno i progetti futuri di Valentino Rossi che, giunto alla soglia dei 42 anni di età, si appresta a correre la 26esima stagione nel Motomondiale, la 22esima nella Top Class. Cambiano i colori della sua M1, ma non la sostanza. Specifiche e trattamento da pilota factory, con una sostanziale differenza. Non dovrà testare gli aggiornamenti nei week-end di gara e questo è un punto a favore. Lo dimostrano i risultati di Morbidelli e Quartararo con il team satellite. Come predetto da suo padre Graziano c’è da essere ottimisti, “farà un passo avanti“. Poi sarà quel che sarà, a metà campionato darà l’annuncio ufficiale sul suo futuro in MotoGP.

Potrebbe trattarsi della sua ultima comparsa da pilota, ma si inaugura una nuova era manageriale. Il team VR46 sta per mettere radici nella massima serie del Motomondiale. Entro maggio sapremo se con Yamaha o un altro costruttore. Due le alternative: Suzuki o Ducati. Al momento non resta che rincorrere il 200° podio già dalla prima gara in Qatar. Il layout è favorevole alla M1 e i tifosi si attendono un esordio scintillante. Valentino Rossi sa riservare sempre qualche sorpresa e possiamo attenderci una primavera di regali… Per adesso “Tanti auguri Vale”. P.S. Per gli amanti del Superenalotto c’è chi propone una sestina vincente: 16-2-79-21-42-46.

Jonathan Rea “In Testa, la mia autobiografia” In vendita anche su Amazon Libri

1 commento

Makiland
18:00, 16 febbraio 2021

Certo … io non sono un pilota professionista, ma 42 … cominciano a “cubare” un po’ … Io vorrei VR ancora una volta vincitore di una stagione, ma forse dovrò accontentarmi di qualcosa di meno … forse …
Voglio credere che LUI lotterà per la vittoria assoluta per lasciare con un ricordo indelebile e spero che possa farlo. In ogni caso sarà a lungo e forse per sempre il più grande. Auguri per tutto !

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Luca Marini a Losail

LIVE MotoGP Qatar: diretta Test Losail day-1 in tempo reale

MotoGP, Enea Bastianini a Losail

VIDEO MotoGP Qatar: Le immagini della giornata di shakedown, Bastianini parte a razzo

suzuki motogp

MotoGP: I colori Suzuki 2021 per il campione Joan Mir ed Alex Rins