takaaki nakagami

MotoGP: Takaaki Nakagami operato con successo alla spalla

Operazione alla spalla perfettamente riuscita per Takaaki Nakagami. Il pilota giapponese inizierà presto la riabilitazione in ottica 2020.

30 ottobre 2019 - 11:11

Intervento perfettamente riuscito per Takaaki Nakagami. Il pilota LCR Honda IDEMITSU è dovuto ricorrere alla chirurgia per sistemare definitivamente un serio problema alla spalla destra. Una cosa seria, tanto che il giapponese si è visto costretto a fermarsi dopo il Gran Premio di casa. A breve inizierà il processo riabilitativo, con l’obiettivo di essere perfettamente in forma per i test per la prossima stagione, di scena a Sepang nel febbraio 2020.

L’operazione è stata condotta nella giornata di martedì al Funabashi Orthopedic Surgical Hospital, come aveva annunciato lo stesso pilota attraverso i suoi canali social. Questo il commento del dottor Hiroyuki Sugaya, che ha condotto l’intervento: “La spalla presentava importanti lesioni alla cartilagine. Questa è stata rimossa. Tutto è andato bene, sarà pronto per la prossima stagione mondiale.”

Il problema (lo stesso di Márquez l’anno scorso) si era presentato dopo un incidente occorsogli ad Assen. Nakagami ha iniziato ad accusare dolore e mancanza di forza alla spalla destra, sintomi peggiorati col passare dei GP. Prima di Motegi arriva l’annuncio della fine anticipata della stagione, assieme al rinnovo per un altro anno. Al suo posto c’è Johann Zarco, appiedato da KTM ed ingaggiato da LCR Honda per queste ultime tre gare dell’anno.

“L’operazione è andata bene, sono davvero grato al dottor Sugaya” ha aggiunto Takaaki Nakagami. “Inizierò la fisioterapia non appena possibile e spero di tornare in forma presto. Ringrazio IDEMITSU, HRC e LCR per aver capito la mia decisione, dandomi il loro massimo supporto. Non vedo l’ora di tornare in azione nei test a Sepang.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

fenati test privati jerez

Moto2-Moto3: La pioggia pone fine ai test a Jerez

Andrea Iannone a Valencia

MotoGP, Andrea Iannone spegne l’incendio: “Giri motore troppo alti”

Alberto Puig team manager HRC

Puig: “Alex Marquez alto, eravamo abituati a Dani Pedrosa”