MotoGP, Takaaki Nakagami

MotoGP, Taka Nakagami pilota senza manager: “Faccio tutto da solo”

Takaaki Nakagami ha rinnovato con HRC fino al 2022. Il samurai della MotoGP ha conquistato la sua prima pole a Teruel e confessa: "Non ho un manager".

29 ottobre 2020 - 7:37

La MotoGP ha trovato il suo samurai: Takaaki Nakagami. A Teruel ha coltivato il sogno di podio dominando le prove libere e le qualifiche, conquistando la sua prima pole position. Ma si è infranto dopo poche curve: “Non mi aspettavo di finire nella ghiaia… Prima della gara, credevo di poter vincere, poi sono caduto. Ho cercato di ignorare la pressione, però ero un po’ troppo veloce all’ingresso della curva 5 e la mia ruota anteriore è scivolata via. Adesso cercherò di essere veloce anche negli ultimi tre round“.

Con l’assenza di Marc Marquez le menti ingegneristiche Honda si sono raccolte intorno al pilota giapponese. Diversi gli aggiornamenti apportati alla sua RC213V, il lavoro del team ha portato progressivamente ad una moto più agevole. Pur restando per natura una moto difficile da domare sull’avantreno. La caduta di Aragon/2 ha cancellato anche le ultime speranze di vincere il titolo, ma le buone notizie non mancano per Taka. Non solo la conquista della sua prima pole in MotoGP. Nei giorni scorsi ha firmato un nuovo contratto biennale con HRC e nel 2021 guiderà una Honda ufficiale.

Per la prima volta la casa nipponica schiererà in pista quattro prototipi factory, alla pari di Ducati e KTM. Non è ancora chiaro se Takaaki Nakagami riceverà l’ultima versione anche nel 2022. “Non lo so ancora“, spiega a MotoGP.com. “Non abbiamo nemmeno parlato del 2022. Ci siamo concentrati sulla prossima stagione e avrò la moto più nuova. Questa è la situazione al momento“. Nota curiosa a margine: il pilota della LCR non ha finora necessitato di un manager per il prolungamento del contratto con la Honda. “Faccio tutto da solo. Non ho un manager. In passato, ho sempre negoziato personalmente con Kuwata-San. È così semplice. Per il futuro, però, forse troverò un manager“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Torino Suzuki MotoGP

MotoGP: la maglia celebrativa del Torino F.C. per il Mondiale Suzuki

MotoGP, Andrea Dovizioso

Andrea Dovizioso: la “gabbia” della MotoGP e la libertà del motocross

MotoGP, Joe Roberts

MotoGP, il manager di Joe Roberts: “Aprilia occasione mancata”