mir suzuki motogp

MotoGP, Suzuki: “Speriamo Ducati non faccia un passo troppo grande!”

Joan Mir ed Alex Rins ottimisti dopo i test a Jerez. Prove di motore, telaio, aerodinamica, assieme a Guintoli. Oltre a tenere d'occhio le Ducati.

19 novembre 2021 - 17:19

Le premesse sembrano buone in casa Suzuki, con sia Joan Mir che Alex Rins al momento abbastanza soddisfatti dei primi passi compiuti in ottica 2022. Prove di motore, di telaio, di aerodinamica, di altri dettagli utili per realizzare un GSX-RR con cui il duo spagnolo possa lottare al vertice nel prossimo Mondiale MotoGP. Peccato l’aver incontrato il vento in questi due giorni a Jerez, una condizione che non piace a nessuno dei due piloti, ma nel complesso il bilancio è positivo. Rimarcando anche l’importanza della presenza del tester Guintoli, e augurandosi che Ducati non sia ‘troppo avanti’ nel 2022…

“Non una rivoluzione, ma più potenza”

Come accennato, il primo commento di Joan Mir riguarda il meteo complesso. “Oggi è stata ancora più dura, il vento non mi piace molto” ha ammesso l’iridato 2020. “Ma era importante continuare a provare.” Spiegando poi le aree provate, partendo dal nuovo motore. “Abbiamo fatto qualche passo avanti a livello di elettronica. Sono contento della direzione presa e dei progressi compiuti. Ci manca ancora qualcosa da provare, ma ci siamo soprattutto concentrati sul motore.” Sottolineando che “Non c’è stata una rivoluzione, ma c’è più potenza.”

“Bisogna però usarla nella maniera giusta, evitando il wheelie e tenendo l’anteriore a terra, aiutati dal dispositivo: anche questo è un aspetto su cui abbiamo lavorato oggi.” Tanti dati raccolti, la speranza è di avere buone conferme una volta analizzato il tutto. Joan Mir si dichiara ottimista, ma certo sta guardando anche gli altri, una casa in particolare… “Siamo tutti all’erta per un altro eventuale passo avanti Ducati. L’anno prossimo poi saranno anche di più e sarà difficile da gestire per gli altri. Speriamo che il loro passo non sia troppo grande! Così ci avviciniamo di più: è quello che ci auguriamo tutti.”

“Alle curve 11-12 il vento ti butta fuori!” 

Le condizioni meteo sono un problema evidenziato anche dal compagno di box Alex Rins. “Oggi è una buona giornata, un peccato però che il vento sia davvero forte. Provare le novità è quindi un po’ più difficile” ha ammesso il #42. Aggiungendo anche che “Alle curve 11 e 12 il vento ti butta fuori! Ma in generale mi sento molto bene in sella.” Spiegando poi i test svolti. “Abbiamo provato diverse carenature, funzionano più o meno bene, anche se non c’è l’effetto che ci attendevamo. Ma l’impressione è che stiamo realizzando un buon pacchetto per l’anno prossimo.”

Riguardo il nuovo motore, “Sembra che funzioni bene, anche se dobbiamo ancora lavorare su alcuni aspetti aerodinamici.” Ringrazia poi per il lavoro in casa Suzuki. “Hanno lavorato duramente per portarci queste novità, vedremo poi cosa porteranno in Malesia: sembra che con queste condizioni di vento vada abbastanza bene, anche se non troppo veloce.” Attivissimo oggi il tester europeo Sylvain Guintoli. “Avere qui Sylvain è molto positivo” ha sottolineato Rins. “Ho parlato prima con lui ed abbiamo fatto gli stessi commenti su motore, chassis… Stiamo andando nella stessa direzione, certo è positivo.”

Che favola Marco Simoncelli! “58” racconto illustrato in vendita anche su Amazon Libri

Foto: motogp.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Casey Stoner

MotoGP, Casey Stoner rivela: “Sono interessato alla Yamaha”

MotoGP, Joan Mir

MotoGP, Suzuki ha deciso: non serve un nuovo team manager

MotoGP, Takahiro Sumi

MotoGP, Takahiro Sumi: i segreti della Yamaha e la YZR-M1 2022