MotoGP: Stoner “Nei test modifiche abbastanza radicali”

Rivoluzionata la messa a punto della Desmosedici

4 maggio 2010 - 3:17

La gara di Jerez è stata difficile per Casey Stoner. Cosa fare per provare a capire quali sono stati i problemi del weekend? Rivoluzionare la Desmosedici. Questo è quanto hanno azzardato in Ducati, con modifiche “radicali” alla GP10 come ammesso a fine giornata dallo stesso australiano, sesto nella classifica dei tempi con il riferimento di 1’39″786.

E’ stata una giornata abbastanza proficua perché abbiamo trovato un assetto da gara, per questa pista, migliore per quanto riguarda il feeling con l’anteriore, ovvero quello che avevamo cercato per tutto il fine settimana“, ammette Casey Stoner. “Abbiamo provato una modifica di assetto abbastanza radicale e ha funzionato. Bisogna vedere però se andrà bene anche su altre piste perché questo tracciato tende a mettere molta più pressione sulle gomme rispetto ad altri e richiede una guida un po’ particolare. In ogni caso andiamo a Le Mans con una serie di dati in più che all’occorrenza potremo utilizzare“.

Alle sue spalle staccato di poco più di 1/10 il compagno di squadra Nicky Hayden che ha parlato di “Giornata utile anche se non abbiamo trovato niente di spettacolare“. Comprensibile l’atteggiamento del “Kentucky Kid” che continua a lavorare per completare l’ultimo passo per risalire la classifica.

Abbiamo fatto grandi progressi finora e adesso, limare quel paio di decimi che mancano, è ovviamente più complicato. Però abbiamo fatto diverse modifiche di assetto, di geometrie, regolazioni delle sospensioni e cose del genere che non avevamo avuto il tempo di provare durante il fine settimana di gara. Abbiamo raccolto molti dati, una cosa importante visto che fino a dopo Brno non avremo altre occasioni di farlo“, ricorda Hayden prima di pensare a Le Mans.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Alberto Puig

MotoGP, disastro Honda senza Marc Marquez. Puig: “Non siamo contenti”

portimao motogp 2020

MotoGP UFFICIALE A Portimão l’ultimo GP della stagione 2020

lowes moto2 brno

Moto2, Lowes 2° a Brno: “Non ne avevo abbastanza per Bastianini”