MotoGP: Stoner “Motegi non mi piace, ma siamo in forma”

Non ama il Twin Ring di Motegi, ma ha vinto ad Aragon

29 settembre 2010 - 5:36

Finalmente al Motorland Aragon Casey Stoner e la Ducati sono tornati alla vittoria. Un successo importantissimo per l’australiano che ha conquistato la terza posizione di campionato con il chiaro obiettivo di riconfermarsi su questi livelli nel fine settimana di Motegi, un circuito comunque non particolarmente amato dal Campione del Mondo 2007.

Motegi è una pista fatta di continui “stop and go”, non offre molti tratti scorrevoli e quindi non è proprio uno dei miei layout preferiti“, afferma Casey Stoner. “Detto questo di positivo c’è da considerare che il fondo è regolare e non ci sono molte buche e avvallamenti che spesso, durante questa stagione, ci hanno fatto soffrire.

Richiede che la moto sia stabile in frenata ed efficace in accelerazione e, proprio per queste sue caratteristiche, spero che le ultime modifiche di assetto che abbiamo usato ad Aragon si rivelino efficaci di nuovo. In Spagna infatti siamo finalmente riusciti a migliorare la stabilità e a trovare un po’ più di “grip” e se ci riusciremo anche qui potremo provare a fare un altro bel risultato“.

Il miglior risultato di Casey Stoner a Motegi con la Ducati è il secondo posto del 2008, gara dove Valentino Rossi vinse il titolo mondiale proprio a scapito dell’australiano.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Fabio Quartararo e Marc Marquez

MotoGP, Quartararo-Marquez: Honda sogna il nuovo ‘dream team’

MotoGP, Aleix Espargaro

MotoGP, Aleix Espargarò pilota senza bandiera: “Non sono indipendentista”

Superbike, Jonathan Rea

MotoGP, Jonathan Rea: “Grazie a Valentino Rossi”