MotoGP, Jack Miller GP Stiria 2020

MotoGP Stiria: analisi e commenti delle Prove Libere 1

Jack Miller chiude al comando le FP1 in Stiria. A tenere banco i motori Yamaha e la sanzione comminata a Johann Zarco. I commenti di Biaggi, Guidotti e Xaus.

21 agosto 2020 - 11:53

La prima sessione di prove libere MotoGP in Stiria si apre mettendo due punti fermi su questioni che hanno calamitato l’attenzione nei giorni scorsi. Il primo sul difetto dei motori Yamaha: il team di Iwata ha ritirato la richiesta alla MSMA e non ci sarà quindi bisogno di aprire i quattro cilindri in linea delle YZR-M1. “Abbiamo ritirato la richiesta di sostituire le valvole… abbiamo portato delle contromisure e siamo fiduciosi di poter gestire il problema. La potenza pura del motore è la stessa che abbiamo avuto a Jerez“, spiega Maio Meregalli a Sky Sport MotoGP.

Zarco partirà dalla pit-lane

Arriva la parola fine anche sulla sanzione a Johann Zarco. Come previsto il francese partirà dalla pit-lane nel prossimo Gran Premio. Così ha deciso il pannello degli stewards , una penalizzazione che però continua a fare discutere in quanto ritenuta troppo soft. Stamane il pilota del team Avintia non era in pista a causa dell’intervento alla mano destra eseguito mercoledì a Modena. Oggi dovrà superare le visite mediche al Centro medico del Red Bull Ring. “Non è unfit, deve aspettare 48 ore dopo l’anestesia, sia totale che locale – sottolinea Ruben Xaus -. L’infortunio è molto simile a quello di Crutchlow a Jerez e dovrebbe quindi poter correre senza problemi“.

Il team manager della squadra satellite non si sbilancia su giudizi o commenti sull’incidente di domenica scorsa. Né sulla mancata tempestività di una convocazione dei piloti al termine della gara. “Una questione delicata per i marshall, qui i piloti girano a 300 km/h e non è facile giudicare. Non faremo appello, questa è una discussione che deve finire qua per arrivare a Misano con tranquillità“.

Il commento di Max Biaggi

Lontane dalla top-10 le Aprilia di Bradley Smith e Aleix Espargarò. Da giorni si vocifera di un possibile avvicinamento tra la casa di Noale e Andrea Dovizioso per il prossimo anno. Ma bisognerà attendere la sentenza del Tas su Andrea Iannone, prevista per metà ottobre. “Sono cose che spettano a Massimo Rivola – chiarisce il Corsaro -. Avere Dovizioso sarebbe un pensiero stupendo come dice Patty Pravo. Spero che Iannone rimanga e possa dare il suo contributo ad Aprilia“.

L’ambasciatore Aprilia commenta quanto avvenuto domenica tra Zarco e Morbidelli. “Un brutto spavento anche per chi non era qua. Sono incidenti di gara che non dovrebbero accadere, ma un po’ il layout un po’ le circostanze hanno formato un insieme di cose… A quella velocità lì basta anticipare l’inclinazione un attimino che fai 4-5 mesi sull’esterno. Quello è stato l’errore di valutazione di Zarco“.

Best lap di Miller

Le FP1 della classe MotoGP si chiudono con il best lap di Jack Miller in 1’23″859, anticipando di soli 4 millesimi Andrea Dovizioso. “Jack è dove ci dobbiamo aspettare, bisogna ragionare un po’ più da ufficiali – spiega Francesco Guidotti -. E’ un percorso di avvicinamento“. Assente Pecco Bagnaia, sostituito dal collaudatore Michele Pirro, “entrato con una moto come piace a lui, conosce meglio la pista dopo lo scorso week-end“. Sulla sanzione comminata a Johann Zarco il team manager del team Pramac è chiaro: “Sembra giusta una penalizzazione per guida irresponsabile, ha fatto una manovra non prevedibile a quella velocità“.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, Valentino Rossi pronto a firmare: “Mi spiace per Alex e Brent”

Crutchlow MotoGP

MotoGP, Cal Crutchlow idoneo: “Fino a ieri impossibile pensare di correre”

motogp catalunya

MotoGP, Andrea Dovizioso: “La stagione in un certo senso inizia adesso”