bradl motogp

MotoGP, Stefan Bradl: “Ogni piccola cosa può fare la differenza”

Stefan Bradl, due giorni di test a Portimão per poi volare in Francia per il GP. E ammette: "La Honda non è la moto più semplice. Sono tutti veloci, anche il centesimo fa la differenza."

7 ottobre 2020 - 8:05

Honda a ranghi ridotti in occasione della due giorni all’Autódromo do Algarve. Assieme al collaudatore Stefan Bradl ci saranno Takaaki Nakagami ed il rookie Alex Márquez, questi due solamente in sella a due Fireblade 1000RR-R. Il grosso del lavoro chiaramente ricade sul tedesco, unico in pista con la RC213V e davvero impegnatissimo in questa stagione. Il suo ruolo di sostituto dell’infortunato Marc Márquez ormai è strettamente intrecciato a quello di tester, che non abbandona nemmeno nei weekend di gara. Ora un nuovo ‘tour de force’: i test sono il 7 e l’8, ma il 9 deve già essere a Le Mans per le prime libere del GP MotoGP di Francia.

“Un 2020 davvero impegnativo finora!” è il commento del collaudatore HRC in conferenza stampa. Che poi aggiorna sulle sue condizioni fisiche, visto il recente intervento ad un braccio che l’ha anche fermato per un GP. “Sono di nuovo in forma dopo l’operazione: sto tornando ad un buon livello e mi sento bene. Sono pronto per i test.” Ma sicuramente non riuscirà a completare le due giornate in programma: il nono appuntamento stagionale incombe. “Non sarò in grado di svolgere due giorni pieni” è la conferma. “Devo mettermi in viaggio per la Francia ed arrivare in tempo per le prime prove libere del venerdì.”

Spiega poi un po’ più nel dettaglio il suo compito. “Sarà più o meno come le altre volte in termini di adattamento. Raccoglieremo le prime impressioni, soprattutto per quanto riguarda il cambio, l’elettronica e le gomme. Non avremo qualcosa di specifico da provare, ma come tutti faremo un passo alla volta.” Rimarca anche quanto già detto dai colleghi per quanto riguarda la Honda. “La RCV non è certo la moto più semplice al momento” ha ammesso. “Tutte le case sono competitive, perfino i centesimi posso rivelarsi fondamentali. Ma non siamo così lontani, ogni piccola cosa può fare una grande differenza.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

quartararo motogp

MotoGP Teruel, Quartararo per la rivincita: “Sappiamo dove migliorare”

MotoGP, Danilo Petrucci

MotoGP, Danilo Petrucci sbarca su Cameo: video di auguri da 46 euro

arenas moto3

Moto3: Arenas vs Ogura vs Vietti, il punto sulla top 3 mondiale